DALL'EUROPA

Economia verde e circolare: aperta la Consultazione UE

15 luglio 2015
Redazione InSic

Il Ministero dell'Ambiente ricorda che fino al 20 agosto è aperta la consultazione pubblica europea su "Economia verde e circolare" cui sono invitati a partecipare tutti i cittadini europei, imprese e istituzioni.




Spiega il Ministero l'importanza del passaggio ad una economia verde e circolare e che nuova strategia europea per l'economia circolare rispecchierà l'interdipendenza di tutti i processi della catena del valore: dall'estrazione delle materie prime alla progettazione dei materiali e dei prodotti, dalla produzione alla distribuzione e al consumo.
Per partecipare e inviare le proprie idee è a disposizione un questionario n lingua inglese ma per facilitare la partecipazione è disponibile una scheda informativa in italiano (pdf) e si può scrivere a: economia.circolare@minambiente.it.

Economia circolare: i progressi in campo UE
Il Ministero ripercorre i passaggi dell'UE verso i temi della crescita verde: l'anno scorso su impulso della Presidenza italiana dell'Unione Europea, i ministri europei dell'ambiente hanno affermato con decisione che per una crescita verde ed inclusiva l'uso efficiente e sostenibile delle risorse naturali e l'economia circolare sono fattori chiave per raggiungere benefici ambientali, occupazionali e sociali, oltre che economici.
Nel 2015 si è poi svolto l'incontro di Elmau che ha ribadito l'importanza di una politica di efficienza delle risorse e sostegno dell'economia circolare è stata ribadita dai Capi di Stato e di Governo dei Paesi G7.
Il nuovo pacchetto di proposte, che verrà presentato da Gran Bretagna, Francia, Germania e Paesi Bassi comprende molteplici misure per agevolare il passaggio ad un'economia più circolare ed efficiente nella gestione delle risorse:
- una proposta sul miglioramento del mercato dei rifiuti, sulla quale la Commissione ha avviato un'ulteriore consultazione, proseguendo il lavoro già iniziato nel 2013;
- un piano d'azione sull'economia circolare che contribuirà a più ampi obiettivi dell'Unione Europea, quali quelli climatici ed energetici e di uso efficiente delle risorse.



Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.minambiente.it