Norme tecniche per le Costruzioni 2018
EMERGENZE AMBIENTALI
Dissesto idrogeologico, Anbi, necessari 8 miliardi
fonte: 
Agi
area: 
Tutela ambientale
Dissesto idrogeologico, Anbi, necessari 8 miliardi In Italia ci sono 1.260.000 edifici a rischio idrogeologico, e di questi 6.251 sono edifici scolastici e 547 ospedali. É quanto emerge dai dati che corredano il Piano per la riduzione del rischio idrogeologico presentato a Roma dall'Anbi, l'Associazione nazionale bonifiche, irrigazioni e miglioramenti fondiari. La situazione più preoccupante é in Campania, oltre 1.000 scuole e 56 ospedali sono in pericolo. Dalle elaborazioni diffuse risulta anche che 6 milioni di persone abitano in un territorio a elevato rischio idrogeologico e 22 milioni in zone a medio rischio

Ammonta a poco meno di 8 miliardi di euro la cifra necessaria per contrastare il dissesto idrogeologico in Italia e mettere in sicurezza il territorio. É quanto emerge dalla proposta di piano 2014 per la riduzione del rischio idrogeologico, presentata oggi a Roma dall'Anbi, l'Associazione nazionale bonifiche, irrigazioni e miglioramenti fondiari che riunisce i consorzi di bonifica. L'importo stimato é quasi doppio rispetto a quello contenuto nell'analogo piano redatto 5 anni fa, che ammontava a 4,1 miliardi. "Dei 2 miliardi stanziati dal Governo nel 2010, e poi riportati nei bilanci successivi, si é speso solo il 4%", ha spiegato il preside dell'Anbi Massimo Gargano, sottolineando "il grande fallimento registrato negli ultimi anni su questo tema".

Le regioni più a rischio sono il Veneto, in cui andrebbero investiti 1,5 miliardi, e la Toscana con oltre 1,2 miliardi. Sono invece 3.383 le opere che andrebbero eseguite in totale, da nord a sud. "Si tratta di un piano di interventi quasi tutti immediatamente cantierabili", ha aggiunto Gargano, lanciando un appello al nuovo esecutivo: "Il dissesto idrogeologico deve essere un imperativo per chi si candida alla guida del Governo", e quindi va stretto "un patto per la qualità della spesa, perché nell'emergenza non ci sono qualità e trasparenza, e non c'é programmazione".

Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: