SCADENZE

Dichiarazione PRTR 2015 entro il 30 aprile: le indicazioni ISPRA

26 aprile 2016
Redazione InSic

Il 30 aprile scade il termine di presentazione per via telematica della dichiarazione PRTR (European Pollutant Release and Transfer Register) prevista dal Reg. CE 166/06 (relativo all'istituzione di un registro europeo delle emissioni e dei trasferimenti di sostanze inquinanti), per i gestori degli impianti IPPC esistenti le cui attività rientrino nell'allegato I al D.Lgs. n. 59/05 (Categorie di attività industriali).
L'obbligo è riportato nel D.P.R. n.157 dell'11 luglio 2011 (G.U. Supplemento Ordinario n. 224 del 26 settembre 2011) che regola l'esecuzione in Italia del Regolamento (CE) n. 166/2006, che riporta tutti i contenuti della Dichiarazione PRTR

ISPRA, ha proposito dell'obbligo in questione, avvisa che per la dichiarazione PRTR 2015, contrariamente agli anni precedenti, il portale www.eprtr.it non potrà essere utilizzato e pertanto le informazioni riferite al 2015 dovranno essere comunicate secondo le seguenti modalità:
1.compilazione del file excel disponibile al seguente link:

2.invio del file compilato per le parti dovute e firmato digitalmente mediante posta elettronica certificata all'indirizzo email dell'ISPRA: dichiarazioneprtr@ispra.legalmail.it
Si richiede di indicare nell'oggetto "Dichiarazione PRTR 2016 - Ragione Sociale, sigla provincia



Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.isprambiente.gov.it 
oppure scrivi a dichiarazioneprtr@ispra.legalmail.it  

Potrebbe interessarti anche

ISPRA pubblica l'Inventario delle emissioni dei gas ad effetto serra
Emissioni Nazionali di gas serra: rapporto ISPRA
"Emissioni nazionali di gas serra": il nuovo rapporto ISPRA
Emissioni inquinanti: l'inventario nazionale ISPRA 1990-2012
Emissioni in atmosfera: la posizione di garanzia grava solo sul gestore dell'attività