SAFEIN
 Tutela Ambientale
 LA SENTENZA
Deposito temporaneo e nozione di luogo di produzione del rifiuto
18 marzo 2019
fonte: 
area: Tutela ambientale
Deposito temporaneo e nozione di luogo di produzione del rifiuto Per luogo di produzione del rifiuto va inteso non solo quello ove lo stesso è stato materialmente prodotto ma anche quello nella disponibilità del produttore che sia funzionalmente collegato al precedente.
Così la Cassazione penale nella sentenza n. 50129 del 07.11.2018
Il Commento è a cura di S. Casarrubia sulla rivista Ambiente&Sicurezza sul lavoro.
Sulla Banca Dati Sicuromnia anche il testo completo della sentenza commentata.
Richiedi una settimana di accesso gratuito!.



Il Fatto
Il legale rappresentante di una società operante nel settore dell'edilizia viene condannato dal Tribunale, poiché ritenuto responsabile del reato di cui all'art. 256, co. 1, lett. a), del D.Lgs. 152/2006, per avere effettuato attività di gestione di rifiuti non autorizzata, consistente nello stoccaggio di rifiuti speciali non pericolosi derivanti dalla attività svolta dalla predetta società. Interposto ricorso per Cassazione, l'imputato si difende affermando che la fattispecie contestata si configura come un'attività di deposito temporaneo, penalmente irrilevante, dei residui delle opere di manutenzione eseguite dalla società.

Secondo la Cassazione
La Suprema Corte rigetta il ricorso pronunciando il principio in massima.
Nel caso in esame, infatti, non solo i rifiuti erano stati trasferiti dai luoghi di loro produzione al terreno ove la loro presenza è stata riscontrata dagli agenti operanti, in assenza di qualsivoglia dichiarato vincolo funzionale fra il luogo di deposito e quello di produzione (vincolo che deve essere dimostrato dalla parte privata), ma i medesimi erano stati lasciati presso il sito oltre il termine legislativamente previsto affinché si possa parlare di deposito temporaneo (divieto incondizionato di permanenza dei rifiuti nel sito di deposito per un periodo superiore all'anno ovvero al trimestre, nel caso in cui gli stessi superino il volume dei 30 mc).


------------------------------------------
Conosci la Banca Dati Sicuromnia?
La banca dati di Salute e Sicurezza, Antincendio, Ambiente contiene tutta l'informazione e l'aggiornamento per i professionisti ed le aziende che devono applicare la normativa in materia di prevenzione e protezione dai rischi

Ti aggiorna quotidianamente sulle norme e sulle sentenze di recente emanazione
Ti supporta nella gestione degli obblighi di legge attraverso le tabelle di adempimento, lo scadenzario, la modulistica e le schede rapide
Ti propone un servizio di analisi e commento attraverso la consultazione degli approfondimenti tratti dalle più importanti pubblicazione di settore
Ti mette a disposizione un esperto che risponde alle tue specifiche esigenze di chiarimento.
Ti offre inoltre un servizio di newsletter mensile che, direttamente sulla tua mail, ti segnala i più recenti contenuti inseriti in banca dati.

Richiedi una settimana di accesso gratuito!.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito sicuromnia.epc.it 
oppure scrivi a sicuromnia@epc.it  
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!
Selezionate per te da InSic