SIEMENS
 Tutela Ambientale
 TUTELA ECOSISTEMA
Biodiversità: in Gazzetta i primi indirizzi programmatici
8 settembre 2014
fonte: 
area: Tutela ambientale
Biodiversità: in Gazzetta i primi indirizzi programmatici Sulla Gazzetta Ufficiale (n.206 del 5-9-2014) è stata pubblicata l'Intesa del 10 luglio 2014 della Conferenza permanente Stato-Regioni - Provincie autonome di Trento e Bolzano sulla Strategia nazionale per la biodiversità, che detta le prime indicazioni programmatiche fino al 2015.
Sulla medesima Gazzetta è stato anche pubblicato l'Accordo della medesima Conferenza del 10 luglio 2014 sullo schema di primo rapporto sull'attuazione della Strategia nazionale per la biodiversità (periodo 2011-2012) trasmesso dal Ministero dell'Ambiente con nota prot. n. 11537/GAB del 4 giugno 2014 (allegato 1).

Il documento è stato approvato dal Comitato Paritetico per la biodiversità e trasmesso al Ministero Ambiente, e si propone di attuare la Strategia Nazionale per la Biodiversità che rappresenta il documento di riferimento nazionale per ottemperare agli obblighi internazionali assunti dall'Italia con la ratifica della Convenzione sulla Diversità Biologica di Rio de Janeiro (CDB).
Gli obiettivi della Strategia Nazionale, lo ricordiamo sono rispondenti a quanto previsto dalla Strategia Europea, approvata con le conclusioni del Consiglio UE (giugno e dicembre 2011) e del Parlamento UE (aprile 2012).

Le prime indicazioni programmatiche ritenute indispensabili per l'attuazione della SNB, prevedono di:
• Intensificare gli sforzi per conseguire l'inclusione della tutela e della valorizzazione della biodiversità nelle politiche di settore. Alle numerose azioni di indirizzo poste in essere e alle circoscritte esperienze in ambiti specifici o locali e della società civile, vanno affiancate effettive politiche con azioni concrete.
• Rafforzare lo scambio di informazioni e incrementare gli sforzi nella definizione di azioni di sistema che permettano di rendere più efficaci, organiche e coordinate le attività di indirizzo e attuazione delle Amministrazioni centrali, delle Regioni e degli Enti locali.
• Assicurare che i documenti nazionali e regionali di programmazione dei fondi comunitari per il periodo 2014-2020 contribuiscano alla tutela della biodiversità e dei servizi ecosistemici quale risorsa ed opportunità di sviluppo sostenibile, in coerenza con gli impegni nazionali e internazionali assunti in materia.
• Adempiere in maniera tempestiva agli impegni assunti dall'Italia in sede comunitaria e globale per il raggiungimento degli obiettivi 2020 per la Biodiversità, con particolare riferimento alle prossime scadenze della Strategia Europea (COM(2011) 244).

Riferimenti normativi:
CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO
INTESA 10 luglio 2014
Intesa sulla Strategia nazionale per la biodiversita': prime indicazioni programmatiche fino al 2015. (Repertorio atti n. 84/CSR del 10 luglio 2014).
(GU Serie Generale n.206 del 5-9-2014)

CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO
ACCORDO 10 luglio 2014
Accordo sullo schema di primo rapporto sull'attuazione della Strategia nazionale per la biodiversita' (periodo 2011-2012). (Repertorio atti n. 85 del 10 luglio 2014).
(GU Serie Generale n.206 del 5-9-2014)

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.gazzettaufficiale.it 
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!
Selezionate per te da InSic