SAFEIN
 Salute e Sicurezza
 DALLE ASSOCIAZIONI
Le novità dell'Associazione Professionale UNPISI: website e webinars
3 marzo 2021
fonte: 
area: Salute e sicurezza sul lavoro
Le novità dell'Associazione Professionale UNPISI: website e webinars

UNPISI associazione nazionale di riferimento per i professionisti sanitari Tecnici della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro, aggiorna i propri canali comunicativi e rivela le prossime novità con l'obiettivo di mettere al centro i propri Associati e fornire un sempre maggiore numero di servizi.
La prima novità riguarda l'elaborazione di un nuovo website, disegnato per offrire agli Associati un servizio di immediata e facile consultazione.

Cosa conterrà il nuovo sito di UNPISI?

Verrà pubblicato entro fine marzo e prevede alcune importanti novità:
1. Corsi e Convegni: una sezione dedicata alla composizione dei corsi consultabile on-line;
2. Iscrizioni e Pagamenti online con carta di credito, PayPal;
3. Area riservata a ciascun associato con i propri documenti sempre a disposizione.
Inoltre sono previste nuove funzioni online:
1. Ufficio tecnico giuridico (responsabile dr. Antonio Fedele), rappresenta un punto di supporto alle attività professionali raccogliendo le FAQ nell'ambito tecnico-giuridico
2. Avvisi di lavoro per il profilo professionale TdP, che unitamente alla sezione Concorsi, si configurano come servizi dedicati al supporto della professione e dell'impiego. Al fine di agevolare il primo approccio al mondo lavorativo, nella sezione saranno scaricabili:

  • un modello precompilato di curriculum vitae in formato europeo (rev. 02.2021);
  • un documento di "supporto" contenente informazioni utili per la compilazione del CV formato europeo (rev. 02.2021);
  • un documento con informazioni sulla redazione della Lettera di presentazione CV.

Webinar "CV, colloquio e concorsi pubblici: strumenti e consigli utili per l'impiego"

Si è concluso giovedì 25 febbraio la seconda edizione del live webinar riservato agli Associati laureandi in Tecniche della prevenzione e professionisti in cerca di occupazione. I lavori sono stati introdotti dal Responsabile del Comitato Scientifico dr. Paolo Smania, con relazioni del dr. Alfredo Gabriele Di Placido, autore di manuali di preparazione ai concorsi pubblici e del dr. Maurizio Martinelli, ideatore dell'iniziativa e-learning.
Vista l'ampia adesione all'evento, che ha visto incrementare il numero dei partecipanti dai 45 della prima edizione ad oltre 100 di quest'ultima, è intenzione dell'Associazione proporre nei prossimi mesi un terzo appuntamento, aperto ad Associati e non, per approfondire sia alcuni aspetti delle prove selettive e concorsuali, sia sulle novità normative introdotte dal recente decreto sulle disposizioni del regolamento (UE) 2017/625.
A dimostrazione dell'interesse dei partecipanti ai temi trattati, si riportano di seguito le risposte ad alcune FAQ pervenute ai relatori.

  • Dopo una laurea triennale per formarsi al meglio in ottica lavorativa, consiglia più un master o una laurea magistrale?

Dipende dal percorso formativo che si intende seguire. Sicuramente, nel settore privato uno strumento importante è rappresentato dal possedere un buon master che permetta di specializzarsi in tematiche settoriali importanti, come l'igiene industriale o l'ergonomia.
Invece, se l'obiettivo è entrare subito nella Pubblica Amministrazione, strumento fondamentale per poter accedere successivamente ai concorsi per la Dirigenza delle professioni sanitarie è il conseguimento della Laurea Magistrale in "Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione".
Resta valido il discorso fondamentale che se si ha voglia di studiare e perfezionarsi continuamente nessuno vieta di conseguire master e poi magistrale o viceversa.

  • Salve, nell'albo pretorio quando ci sono più distretti come si fa a sapere i possibili esaminatori?

Di solito le Commissioni di concorso sono costituite da un presidente (dirigente medico o dirigente delle professioni sanitarie) e due tecnici della prevenzione. Nel caso di concorsi unificati regionali (come sono stati svolti in Toscana nel 2018 e nelle Marche nel 2020) o unificati tra ASL (come per Parma-Piacenza-Reggio Emilia-Modena 2019) di solito vengono scelti due rappresentanti di diverse ASL. Ad esempio, nel concorso di Parma, presidente ed un membro della commissione erano della AUSL di Parma, mentre l'altro membro proveniva dalla AUSL di Piacenza. È sempre bene cercare di conoscere i CV dei membri per capire in quali settori hanno lavorato maggiormente, cosa che, nella maggior parte dei casi, influenza la preparazione delle domande concorsuali.

  • Orientativamente quanto si guadagna come tecnico della prevenzione nelle ASL?

In base al Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro - comparto sanità 2016-2018 lo stipendio medio di un CPS Tecnico della prevenzione è fissato a 1.500 euro netti al mese.

  • Nei concorsi o avvisi vi sono titoli di preferenza?

Sì. I titoli di preferenza sono:

  • gli insigniti di medaglia al valor militare;
  • i mutilati ed invalidi di guerra ex combattenti;
  • i mutilati ed invalidi per fatto di guerra;
  • i mutilati ed invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;
  • gli orfani di guerra;
  • gli orfani dei caduti per fatto di guerra;
  • gli orfani dei caduti per servizio nel settore pubblico e privato;
  • i feriti in combattimento;
  • gli insigniti di croce di guerra o di altra attestazione speciale di merito di guerra, nonché i capi di famiglia numerosa;
  • i figli dei mutilati e degli invalidi di guerra ex combattenti;
  • i figli dei mutilati e degli invalidi per fatto di guerra;
  • i figli dei mutilati e degli invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;
  • coloro che abbiano prestato servizio militare come combattenti;
  • coloro che abbiano prestato lodevole servizio a qualunque titolo, per non meno di un anno nell'amministrazione che ha indetto il concorso;
  • i coniugati e i non coniugati con riguardo al numero dei figli a carico;
  • gli invalidi ed i mutilati civili;
  • i militari volontari delle Forze armate congedati senza demerito al termine della ferma o rafferma.

Le riserve di posti non possono complessivamente superare la metà dei posti messi a concorso.


Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.unpisi.it 
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!
Selezionate per te da InSic