QUESITO

Telelavoro e controllo delle attrezzature di lavoro

17 aprile 2014
Rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro

Pubblichiamo un quesito pervenuto alla rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro che riguarda la tipologia delle verifiche da effettuarsi sulle dotazioni in telelavoro: basta controllare la postazione o anche l'impiantistica?

Il quesito

In caso di Telelavoro, fino a che punto deve essere fatta la verifica delle attrezzature di lavoro messe a disposizione? Ci si può fermare alla verifica della postazione lavoro data dall'azienda o va verificata ad esempio anche l'impiantistica dello stabile o se l'impianto elettrico sia a norma?

Secondo l'Esperto

Nella normativa è segnalato laconicamente che "Le attrezzature devono essere conformi a quanto previsto dal Titolo III". Viste le condizioni particolari del telelavoro, l'obbligo di fornire attrezzature di lavoro adeguate è un limite oltre il quale non si dovrebbe essere chiamati a rispondere. A mio avviso, è improbabile che l'azienda sia chiamata ad esempio a fare una verifica dell'impianto elettrico della stabile, soprattutto in quanto la responsabilità è legata alla possibilità di ridurre o limitare il fattore di rischio di un luogo: in tali casi, l'azienda non avrebbe tale potere di intervento, da cui ritengo debba venir meno anche la responsabilità.

Vuoi porre un quesito?

Per proporre il vostro quesito scrivere a amsl@epcperiodici.it.Il servizio è disponibile per utenti abbonati alla Rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro.Per maggiori informazioni sulla Rivista, clicca qui.



Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.insic.it 
oppure scrivi a amsl@epcperiodici.it