SCADENZE

Sostanze pericolose: entrano in vigore le disposizioni del CLP

25 maggio 2015
Redazione InSic

Il 1 giugno 2015 segna una data importante per le sostanze chimiche: termina infatti il periodo transitorio disposto dal Regolamento CLP per l'entrata in vigore della nuova disciplina (contenuta nel regolamento CLP stesso), che comporta l'abrogazione della Direttiva 67/548/CEE del Consiglio, del 27 giugno 1967, (concernente il ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative) per la classificazione, all'imballaggio e all'etichettatura delle sostanze pericolose.

LA FINE DEL REGIME TRANSITORIO
Il regime transitorio previsto dal CLP stabiliva che:
- Fino al 1° dicembre 2010 le sostanze dovevano essere classificate, etichettate e imballate in conformità della pregressa direttiva 67/548/CEE.
- Fino al 1° giugno 2015 le miscele dovevano essere classificate, etichettate e imballate in conformità della direttiva 1999/45/CE.
- In deroga, le sostanze e le miscele potevano essere, rispettivamente prima del 1° dicembre 2010 e del 1° giugno 2015, essere classificate, etichettate e imballate in conformità del CLP e in tal caso non si applicavano le disposizioni in materia di etichettatura e imballaggio di cui alle citate direttive.
- A decorrere dal 1° dicembre 2010 e fino al 1° giugno 2015 le sostanze dovevano essere classificate in conformità sia della direttiva 67/548/CEE sia del CLP.
- In deroga per le sostanze classificate, etichettate e imballate in conformità della direttiva 67/548/CEE e già immesse sul mercato prima del 1° dicembre 2010 non valeva l'obbligo di essere rietichettate e reimballate in conformità del CLP fino al 1° dicembre 2012.
- Sempre in deroga, per le miscele classificate, etichettate e imballate in conformità della direttiva 1999/45/CE e già immesse sul mercato prima del 1° giugno 2015 non vale l'obbligo di essere rietichettate e reimballate in conformità CLP fino al 1° giugno 2017.

Nel caso di sostanze o miscele classificate, in conformità delle dir. 67/548/CEE o 1999/45/CE, rispettivamente prima del 1° dicembre 2010 o del 1° giugno 2015, i fabbricanti, gli importatori e gli utilizzatori a valle potevano trasformare la classificazione precedente in quella conforme al CLP utilizzando la tabella di conversione riportata nell'allegato VII al CLP.
Ferma restando quindi la deroga prevista per le miscele classificate, etichettate e imballate in conformità della direttiva 1999/45/CE e già immesse sul mercato prima del 1° giugno 2015, a partire da tale data le disposizioni di classificazione ed etichettatura del CLP saranno le uniche applicabili.
L'argomento è trattato da R. Montali sul numero di maggio della rivista Ambiente & Sicurezza sul Lavoro, descrivendo gli obblighi previsti dal regolamento CLP, l'impatto delle nuove disposizioni sul sistema classificatorio e riportano i nuovi crittogrammi di pericolo.

L'abrogazione della direttiva 67/548/CE e dei suoi allegati
La Direttiva 67/548/CEE del Consiglio, del 27 giugno 1967, concernente il ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative relative alla classificazione, all'imballaggio e all'etichettatura delle sostanze pericolose verrà abrogata integralmente a decorrere dal 1° giugno 2015.
A titolo di deroga, la direttiva 67/548/CEE potrà applicarsi a certe miscele fino al 1 giugno 2017, se queste sono state classificate, etichettate e imballate in conformità della direttiva 1999/45/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, e immesse sul mercato prima del 1 giugno 2015.
L'Unione europea fa il punto sulla abrogazione e sostituzione degli allegati ricordando come:
l'allegato I (Dir. 67/548/CEE ), verrà sostituito dalla tabella 3.1 dell'allegato VI del regolamento CLP, già a decorrere dal 20 gennaio 2009
L'allegato II (Dir. 67/548/CEE )sarà abrogato il 1° giugno 2015.
L'allegato III (Dir. 67/548/CEE ) sarà abrogato il 1° giugno 2015.
L'allegato IV (Dir. 67/548/CEE ) sarà abrogato il 1° giugno 2015.
L'allegato V (Dir. 67/548/CEE ) è sostituito dal regolamento (CE) n. 440/2008 che istituisce dei metodi di prova ai sensi del regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH).
L'allegato VI (Dir. 67/548/CEE ) sarà abrogato il 1° giugno 2015. Tuttavia le disposizioni sull'etichettatura e l'imballaggio delle sostanze di cui all'allegato VI non saranno più applicabili a decorrere dal 1° dicembre 2010.
L'allegato VII A, VII B, VII C, VII D e l'allegato VIII sono annullati dalla direttiva 2006/121/CE dal 1° giugno 2008.
L'allegato IX sarà abrogato dal 1° giugno 2015.
--------------------------------------------------
LA FORMAZIONE:
L'Istituto Informa organizza a Roma il 9 luglio il Corso:
"I REGOLAMENTI REACH e CLP e la scheda dati di sicurezza
Come cambia dal 1°giugno 2015 la comunicazione del rischio".

Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione dall'Istituto Informa.
I Responsabili e gli Addetti SPP riceveranno, inoltre, un attestato di frequenza al Corso di Aggiornamento, con relativa durata, dall'Università degli Studi Roma Tre, valido ai sensi del D. Lgs. 81/08 e Accordo Stato-Regioni del 26.01.06.

--------------------------------------------------
IL SOFTWARE: Guida alla valutazione del rischio chimico
Il software di EPC Editore
"ARCHIMEDE" per la valutazione del rischio chimico
è stato aggiornato all'emanazione delle nuove norme di classificazione degli agenti chimici pericolosi (Reg. CE/1272/2008 - CLP) ed è implementato nel calcolo con la doppia classificazione frasi R e H. Il software permette di valutare l'esposizione ad agenti chimici pericolosi sul luogo di lavoro in ottemperanza a quanto richiesto dall'art. 223 del D.Lgs. 81/2008.
E' possibile scaricare una demo gratuita del software

Contatti:
C. De Dominicis
T. 06 33245271



Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.progetto-sicurezza-lavoro.it 
oppure scrivi a software@progetto-sicurezza-lavoro.it