INIZIATIVE PER LA SICUREZZA

Rischio elettrico e Radiazioni: progetto INAIL in Umbria

27 ottobre 2015
INAIL

Dal Sito INAIL si riporta dell'accordo con l'Università degli Studi di Perugia che coinvolgerà addetti del mondo del lavoro, associazioni di categoria e studenti delle scuole superiori. In occasione del lancio ufficiale è previsto un focus sul ruolo dell'Istituto nel contrasto agli infortuni e nella promozione della cultura della prevenzione.



Il "kick off" ufficiale è stato fissato per il 4 novembre nell'Istituto di istruzione superiore "Polo-Bonghi" di Assisi. A salire in cattedra saranno i professionisti del mondo Inail - esperti della Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione (Contarp) e dell'Unità operativa territoriale del dipartimento di Terni (Uot) - che, insieme ai colleghi della Consulenza tecnico edilizia regionale, illustreranno agli studenti i pericoli correlati al rischio elettrico e alle radiazioni elettromagnetiche. La sinergia è stata avviata grazie all'accordo firmato dalla direzione umbra dell'Istituto e dal dipartimento di Ingegneria dell'Università degli studi di Perugia per divulgare le più efficaci best practice in materia di prevenzione, gestione della sicurezza e analisi dei rischi all'interno di scuole e aziende.

Per tutto il 2016, docenti universitari e professionisti Inail si alterneranno in un'attività di formazione/informazione sui rischi legati all'uso dell'elettricità, dell'elettromagnetismo e delle radiazioni elettromagnetiche in ambiente industriale e lavorativo. Non mancheranno le esercitazioni pratiche grazie alla strumentazione messa a disposizione dal dipartimento di Ingegneria e una disamina sui comportamenti da tenere in caso di rischio.

L'iniziativa oltre a coinvolgere gli istituti scolastici del territorio, con particolare riguardo a quelli tecnici e delle ultime due classi, è rivolta anche alle associazioni di categoria e a tutti gli addetti del mondo del lavoro che, tramite richiesta scritta, potranno aderire al progetto e prenotare delle lezioni "a domicilio" nella loro sede di lavoro. Il progetto, infatti, prevede due possibili percorsi informativi modulari, che potranno essere erogati gratuitamente e con modalità diverse: una mezza giornata divulgativa (a scelta sul rischio elettrico o sul rischio elettromagnetico) o un tempo pieno di otto ore su entrambi i temi di riferimento.

"La collaborazione attivata - sottolinea il direttore regionale di Inail Umbria, Nicola Negri - rappresenta un anello importante della catena della sicurezza realizzata dall'Istituto nell'ottica della tutela globale e integrata del lavoratore e punta, nello specifico, sulla formazione/informazione, giudicata una leva fondamentale per realizzare iniziative in grado di prevenire gli infortuni sul lavoro".

Il progetto ha già registrato l'interesse di molti istituti scolastici e di aziende medio-grandi della regione, che si sono registrate per il primo ciclo di incontri previsti per i mesi di ottobre, novembre e dicembre. "L'iniziativa è di sicuro interesse ed utilità - precisa il direttore del Dipartimento di Ingegneria, Giuseppe Saccomandi - trattandosi di un appuntamento comune che interessa il mondo della formazione e quello produttivo, a cominciare dai giovani in procinto di affacciarsi nel mondo del lavoro e, dunque, suoi futuri protagonisti, e mezzo privilegiato per l'introduzione delle buone prassi nella sicurezza e nella prevenzione degli infortuni".



Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.inail.it