Salute e Sicurezza
 SCADENZE
REACH: il 31 maggio scade la prima fase di registrazione
30 maggio 2013
fonte: 
area: Salute e sicurezza sul lavoro
REACH: il 31 maggio scade la prima fase di registrazione Il 31 maggio scade la fase di Registrazione prevista dal Regolamento REACH per le sostanze chimiche prodotte o importate nell'Unione europea tra 100 e 1000 tonnellate l'anno.

Registrazione per sostanze oltre 100 tonn.

In base all'articolo 23 del Regolamento REACH n. 1907/2006, entro il 31 maggio 2013 dovranno essere registrate tutte le sostanze soggette a regime transitorio (sostanze "phase-in") fabbricate e/o importate in quantitativi pari o superiori alle 100 tonnellate, termine dopo il quale possono applicarsi sanzioni a carico delle imprese inadempienti.
I documenti da inviare per la registrazione all'Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche (ECHA) sono un dossier comune, elaborato e presentato dai produttori ed importatori della medesima sostanza, e un fascicolo individuale contenente le informazioni specifiche relative alla vostra impresa.
Il REACH completerà la fase di registrazione di tutte le sostanze nel 2018 comprendendo anche quelle prodotte o importate in quantitativi compresi tra 1 e 100 ton/anno.

Per approfondire sulle prossime scadenze...

Per avere un quadro completo degli obblighi connessi alle sostanze chimiche raccomandiamo la consultazione di un utile prospetto informativo diffuso dall'ECHA.

Inoltre segnaliamo un evento organizzato da Federchimica a Milano in collaborazione con AssICC, Associazione Italiana Commercio Chimico il prossimo 5 giugno 2013 dal titolo "10° Conferenza Sicurezza Prodotti - Il REACH al giro di boa".
Federchimica ritiene necessario fare il punto della situazione sullo stato dell'arte del REACH
Secondo Federchimica, infatti, è evidente che le sostanze registrate al 31 maggio 2013 saranno molte meno di quelle stimate in una fase preliminare del processo e quindi ad oggi, nonostante i notevoli e importanti risultati ottenuti, l'attenzione delle imprese non può calare soprattutto in vista della scadenza del 2018, quando verranno registrate la maggior parte delle sostanze, cioè quelle prodotte o importate in quantitativi compresi tra 1 e 100 ton/anno.
La Conferenza, che si svolgerà a Milano presso la sede di AssiCC, si propone come momento informativo su quanto avvenuto finora e si baserà sulle testimonianze della Commissione europea, delle Autorità Nazionali Competenti e di manager delle imprese.

Ulteriori informazioni sull'evento sono disponibili nella sezione Eventi di InSic (in allegato alla notizia)

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.federchimica.it 
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!
Selezionate per te da InSic