ANTEPRIMA

Il nuovo Decreto sulla protezione dei lavoratori dall'esposizione ai campi elettromagnetici

5 luglio 2016
Gian Marco Contessa-Fisico medico, Esperto Qualificato in Radioprotezione di III grado

In questi giorni è in fase di discussione lo schema di decreto legislativo recante attuazione della Direttiva 2013/35/UE sulla protezione dei lavoratori dall'esposizione ai campi elettromagnetici (vedi il nostro aggiornamento n.d.r.), che alla sua pubblicazione, prevista per questo mese, sostituirà il Titolo VIII Capo IV del D.Lgs. 81/08.

Lo schema di decreto in esame obbliga il Datore di Lavoro ad una valutazione del rischio, secondo le prescrizioni della direttiva, prendendo in considerazione gli effetti biofisici diretti e gli effetti indiretti noti provocati dai campi elettromagnetici.

Come novità rispetto all'attuale Capo IV sono quindi aggiornati i limiti di esposizione e si distinguono gli effetti tra sensoriali (effetti minori che non costituiscono un rischio per la salute) e sanitari (effetti sulla salute), adottando il principio di flessibilità della direttiva che prevede la possibilità di superamento dei limiti per la protezione dagli effetti sensoriali.

È infine recepito il regime di deroghe ma con misure più rigorose di quelle previste dalla direttiva.

L'argomento sarà oggetto di trattazione a cura dello stesso autore sui prossimi numeri della rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro



Potrebbe interessarti anche

Attuazione Direttiva Campi elettromagnetici: via libera dal Governo
Campi elettromagnetici e Ispettorato: le novità dell'ultimo Consiglio dei Ministri
Campi elettromagnetici: in italiano la Guida europea sulla Direttiva 2013/35/UE
Campi elettromagnetici, il Parlamento UE adotta la nuova direttiva