Norme tecniche per le Costruzioni 2018
DALL'INAIL
Modelli organizzativi per la salute e la sicurezza: il commento INAIL
fonte: 
Redazione InSic
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
Modelli organizzativi per la salute e la sicurezza: il commento INAIL L'Istituto spiega i vantaggi per le PMI che decideranno di usare i nuovi modelli organizzativi contenuti nel decreto ministeriale 13 febbraio 2014.


Con il decreto ministeriale 13 febbraio 2014 sono stati approvati i modelli organizzativi (Mog) per l'adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza, prevedendo procedure semplificate per la loro adozione da parte delle PMI che decideranno volontariamente di adottarli.
Tali modelli sono stati elaborati dalla Commissione consultiva permanente presso il Ministero del Lavoro (ai sensi dell'articolo 30 comma 5 bis del D.Lgs. 81/2008) e messi a disposizione sul sito ministeriale: possono comunque essere adeguati e integrati a seconda della complessità organizzativa e tecnica aziendale.

INAIL commenta positivamente l'efficacia dei Mog della salute e sicurezza sul lavoro (alla cui elaborazione hanno preso parte anche esperti dell'Istituto), ritenuto idoneo a ai fini dell'efficacia esimente nei confronti dei reati previsti dall'articolo 25 septies del decreto legislativo 231/2001 (omicidio colposo o lesioni colpose gravi e gravissime derivanti dalla violazione delle norme antinfortunistiche).
Secondo Ester Rotoli, direttore centrale Prevenzione dell'Inail "L'adozione di questi modelli, se efficacemente attuati, consente infatti di prevenire alcuni reati in materia di salute e sicurezza sul lavoro e, di conseguenza, di essere esentati dalla responsabilità amministrativa a essi collegata".
Fabrizio Benedetti, della Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione (Contarp) aggiunge che "nelle aziende in cui si adottano questi sistemi di gestione si riscontrano indici di frequenza e gravità infortunistica inferiori rispetto a quelle che non le adottano. Mediamente si tratta del 27% in meno nel caso dell'indice di frequenza e del 35% in meno per la gravità infortunistica".

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.inail.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: