SafetyExpo 2018
DALL'INAIL
Impianti ascensoristici: accordo tra Inail e Anacam per la sicurezza
fonte: 
Inail
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
Impianti ascensoristici: accordo tra Inail e Anacam per la sicurezza Assicurare il miglioramento continuo delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori appartenenti al comparto delle imprese operanti nel sistema di costruzione e revisione degli impianti ascensoristici attraverso la definizione di prodotti e azioni di prevenzione, anche ricorrendo alla sperimentazione di ‘buone pratiche' ed elaborando specifiche linee di indirizzo per lo sviluppo di un vero e proprio Sistema di Gestione della Sicurezza (SGSL).

I dettagli dell'accordo

Con questo protocollo, l'Istituto e l'Associazione mettono in campo le rispettive risorse professionali, tecniche e strumentali, nonché il proprio patrimonio di conoscenze, al fine di realizzare iniziative progettuali e piani operativi utili al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro in perfetta analogia con il quadro normativo di riferimento (secondo gli articoli 9 e 10 del Testo Unico sulla Sicurezza) che pone l'Inail nel sistema prevenzionale con compiti precipui di informazione, formazione, assistenza, consulenza e promozione della cultura della sicurezza.
Per dare attuazione ai contenuti dell'accordo, che avrà la durata di tre anni e non è a titolo oneroso per le parti, saranno costituiti appositi team progettuali e gruppi di lavoro che indicheranno modalità organizzative e operative secondo piani specifici di attività predisposti da un Comitato di Coordinamento che verrà costituito dai due enti.


È disponibile in allegato il testo dell'Accordo Quadro di collaborazione tra INAIL e ANACAM

Per maggiori informazioni  
consulta il sito sicurezzasullavoro.inail.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: