SafetyExpo 2018
CONVEGNI
Firenze: al via la Campagna europea 2014-2015
fonte: 
Dr Maurizio Martinelli - TPALL - ASL Roma D
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
Firenze: al via la Campagna europea 2014-2015 Il 18 giugno è stata ufficialmente lanciata la campagna Eu-Osha "Healthy Workplaces Manage Stress": grande interesse sui temi legati alla gestione dei rischi psicosociali


Il 18 giugno, presso la sede formativa INAIL di Firenze, si è tenuta la giornata di lancio della Campagna europea Healthy Workplaces Manage Stress 2014-2015.
Stress, rischi psicosociali, questi i temi della nuova Campagna biennale promossa dall'Agenzia europea per la salute e la sicurezza sul lavoro (Eu-Osha)e gestita in Italia dal Manager Focal Point d.ssa Rotoli E., Direttore Centrale Dipartimento Prevenzione INAIL. Temi stringenti, attuali, che necessitano di attenzione e prevenzione, poiché dal recente sondaggio paneuropeo è emerso che il 51% degli intervistati ha dichiarato che il rischio stress lavoro correlato è presente nel proprio luogo di lavoro.

La campagna Eu-Osha vuole quindi fornire strumenti semplici ed efficaci affinché i datori di lavoro, insieme ai lavoratori, possano gestire i rischi psicosociali e affinché lo stress lavorativo sia affrontato in modo sistematico come gli altri rischi. Pertanto si concentrerà sulla promozione di buone prassi, di strumenti, pubblicazioni e guide utili, e già da aprile 2014 gli operatori della sicurezza possono visitare il sito www.healthy-workplaces.eu e prendere visione circa gli strumenti di indagine sviluppati e validati a livello nazionale, presenti nella sezione "Strumenti e Risorse" al link https://www.healthy-workplaces.eu/it/tools-and-resources/practical-tools/national-tools.

L'evento è stato Coordinato da F. Grosso, Referente Campagne europee Eu-Osha, che ha introdotto i contributi di Adinolfi B., Direttore Regionale INAIL Toscana e Onelli P., Direttore Generale delle Relazioni Industriali e dei Rapporti di Lavoro (MLPS). Sono seguiti gli interventi di esperti accademici come Marocci G., Università di Firenze, Calafà L., Università di Verona e Golzio L.E. dell'Università Modena e Reggio Emilia Marco Biagi ed è stat presentata una prima panoramica di buone pratiche realizzate in alcune aziende italiane rappresentative delle imprese profit e non come Telecom Italia, Cofely Italia, Ospedale G.B.Grassi di Roma/ASL RM D e Rheinmetall Italia.

L'esposizione dei contenuti e la discussione conclusiva hanno permesso il confronto metodologico e scientifico sulla materia, che per sua natura necessita di maggiori contributi interpretativi a livello multidisciplinare da parte di giuslavoristi, psicologi del lavoro, ergonomi, medici del lavoro, economisti, ingegneri della sicurezza e tecnici della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro.
A differenza del 2002, in occasione della prima Campagna europea sullo stress lavoro correlato, l'evento fiorentino è stato molto partecipato, a significare che i dati del sondaggio Eu-Osha vengono confermati dall'elevato interesse che suscita la materia, inoltre, come operatori della sicurezza, auspichiamo che i contributi presentati dai relatori vengano pubblicati nel sito INAIL, poiché saranno utili sia per la progettazione di efficaci interventi di promozione e tutela della salute, sia per offrire sostegno e orientamento a lavoratori e datori di lavoro affinché riconoscano e affrontino efficacemente lo stress occupazionale.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.healthy-workplaces.eu 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: