Norme tecniche per le Costruzioni 2018
SCADENZE
Dati sorveglianza sanitaria 2014: il 31 marzo scade l'obbligo di invio telematico
fonte: 
Redazione InSic
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
Dati sorveglianza sanitaria 2014: il 31 marzo scade l'obbligo di invio telematico INAIL ricorda che a partire dal 1 gennaio 2015, i medici dovranno trasmettere i dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria, dell'anno precedente esclusivamente per via telematica



I medici competenti hanno tempo fino al 31 marzo 2015 per trasmettere all'Inail i dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria.
Lo ricorda anche l'INAIL, che segnala come già dal 1 gennaio, i medici possono effettuare le comunicazioni relative all'allegato 3B attinenti la sorveglianza sanitaria dell'anno precedente soltanto in modalità informatica.
L'obbligo è previsto all'articolo 40 del Testo Unico di Sicurezza, che lo fissa entro il primo trimestre di ogni anno successivo a quello di riferimento e aggiunge che "Per coloro che hanno effettuato la comunicazione per l'anno 2013, la procedura permette facoltativamente l'importazione automatica dei dati per trasmetterli, aggiornati, per l'anno 2014".
Per effettuare la trasmissione il medico deve innanzitutto registrarsi al portale Inail e accedere all'applicativo associando l'unità produttiva di riferimento (se non già presente nell'archivio INAIL). Successivamente il medico competente compila la comunicazione e la trasmette ai servizi competenti per territorio.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito sicurezzasullavoro.inail.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: