CHEMICAL

Dall'ECHA nuove valutazioni per sei sostanze chimiche

20 novembre 2013
Redazione InSic

Il comitato degli Stati membri ( MSC) ha convenuto che l'ECHA dovrebbe richiedere ulteriori informazioni su sei sostanze chimiche di cui non sono chiari gli effetti sulla salute e sull'ambiente


Nel loro incontro la scorsa settimana , il comitato degli Stati membri ( MSC) dell'ECHA ha convenuto che l'Agenzia europea per la sicurezza chimica dovrebbe richiedere maggiori informazioni su sei sostanze in quanto le informazioni attualmente disponibili non sono sufficienti per consentire una adeguata valutazione sui rischi che esse presentano per la salute umana e / o l'ambiente . Queste particolari sei sostanze sono elencate nel piano d'azione a rotazione ( CoRAP ) e sono state oggetto di valutazione da parte di Germania, Francia , Danimarca, Regno Unito , Belgio e Spagna.
Fra le sostanze incriminate c'è il bisfenolo - A (BPA ), di cui sarà valutato il grado di assorbimento cutaneo ed i possibili impatti ambientali e sulla salute umana, anche sulla base di studi americani in corso sugli effetti sul sistema endocrino, che l'autorità tedesca prenderà in considerazione nella fase successiva della valutazione
La MSC ha anche deciso di chiedere ulteriori informazioni sulla tossicità del tetracloruro e verranno richieste maggiori informazioni sulla esposizione dei lavoratori a questa sostanza.
Inoltre, la MSC ha accettato di chiedere ulteriori informazioni su N, N -bis ( 1,4- dimethylpentyl ) - p-fenilendiamminaper chiarire le preoccupazioni relative alla proprietà persistenti , bioaccumulabili e tossiche della sostanza attraverso una prova di simulazione al suolo per verificare la trasformazione aerobica ed anaerobica nel suolo .
Ulteriori informazioni sulle sei sostanze sono disponibili sul sito dell'ECHA.



Per maggiori informazioni  
consulta il sito echa.europa.eu