DALLE ISTITUZIONI

Commissione Consultiva permanente: verso una nuova costituzione

2 febbraio 2016
Redazione InSic

Con Decreto ministeriale del 13 gennaio 2016 (in allegato) il Ministero del Lavoro ha dettato modalità e termini per la designazione e l'individuazione dei componenti della Commissione consultiva permanente ai sensi dell'articolo 6, comma 5, del D.Lgs. n. 81/2008, come modificato dall'articolo 20 del D.Lgs. n. 151/2015.

La Commissione consultiva era stata ricostruita con il decreto del Ministro del Lavoro del 4 luglio 2014 (vedi il nostro approfondimento), per la durata di un quinquennio (fino a luglio 2019). È poi intervenuto il D.Lgs. 151/2015, uno dei decreti attuativi del Jobs Act, che fra le diverse modifiche al Testo Unico (vedi il nostro approfondimento), ha previsto, in un'ottica di razionalizzazione e semplificazione, la riduzione dei componenti della Commissione. Il D.Lgs. 151/2015 ha infatti modificato l'articolo 6 del D.Lgs. n.81/2008 prevedendo un decreto ministeriale (ora finalmente uscito) con cui individuare le modalità e i termini per la designazione e l'individuazione dei componenti.

La Designazione dei componenti
Il DM 13 gennaio 2016 indica dunque, le modalità di designazione della Commissione i cui rappresentanti, effettivi e supplenti delle Regioni e delle Province autonome di Trento e Bolzano verranno designati dalla Conferenza permanente Stato-Regioni-Provincie Autonome; gli esperti, effettivi e supplenti saranno designati rispettivamente dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro comparativamente più rappresentative a livello nazionale, precisano l'articolo 2 e 3.
In base all'art. 4 si stabilisce che all'atto della costituzione della Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro e della nomina dei componenti della medesima, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali individuerà anche tre esperti in medicina del lavoro, igiene industriale e impiantistica industriale (in base alle previsioni di cui all'articolo 6, comma 1, lettera 1), del D.Lgs. n. 81 del 2008).

Il periodo transitorio
Infine, in base all'articolo 5 si stabilisce che la Commissione Consultiva permeante, costituita con il Decreto del 4 luglio 2014, resterà in carica fino alla data di insediamento della nuova Commissione in base ai criteri del DM 13/1/2016: si attende l'Avviso della scadenza della vigente Commissione sul sito internet istituzionale del Ministero del Lavoro entro due mesi dalla pubblicazione del DM 13/01/2016.
Entro due mesi dalla pubblicazione di tale avviso, i soggetti interessati (citati nell'art. 2 e 3 del DM 13/01/2016) potranno manifestare l'interesse a partecipare alla procedura di ricostituzione dell'organismo consultivo tramite la designazione dei propri esperti o rappresentanti, effettivi e supplenti.

Cos'è la Commissione Consultiva permanente
Si tratta di un Organismo istituzionale costituito presso il Ministero del lavoro e deputato alla elaborazione ed applicazione delle misure di prevenzione e protezione.
Prevista espressamente dall'art.6 del Testo unico, sono in essa presenti paritariamente rappresentanti delle Amministrazioni centrali, delle Regioni e delle parti sociali.

Sul sito Sicurezzalavoro del Ministero del Lavoro sono disponibili, per la consultazione, i documenti e le indicazioni, finora elaborati ed approvati in seno alla Commissione, fra i quali figurano le Procedure semplificate per l'adozione dei modelli di organizzazione e gestione nelle piccole e medie imprese (approvato in data 27 novembre 2013) e le Proposte per una strategia nazionale di prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali (approvato in data 29 maggio 2013)



Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.lavoro.gov.it 

Allegati

Decreto Ministeriale 13 gennaio 2016 - Ministero del Lavoro
- D.M.13gennaio2016.pdf (983 kB)

Potrebbe interessarti anche

Commissione consultiva permanente: il nuovo mandato, gli impegni, le sfide
Ricostituita la Commissione consultiva permanente
Ricostituiti la Commissione Consultiva permamente e il Casellario infortuni
In Gazzetta i Decreti attuativi del Jobs Act
Semplificazioni per la sicurezza: via libera al decreto attuativo del Jobs Act