DALL'EUROPA

Campi elettromagnetici: il Consiglio UE adotta le nuove regole

21 giugno 2013
Redazione Insic

Dopo il via libera dato dal Parlamento europeo alla proposta di nuova direttiva a tutela dei lavoratori dai campi elettromagnetici nocivi, anche il Consiglio UE adotta formalmente le nuove regole che aggiornano la vecchia disciplina in materia.

Ieri, 20 giugno il Consiglio dei ministri dell'occupazione e della politica sociale dell'Unione europea si sono riuniti a Lussemburgo per adottare formalmente la proposta di direttiva che aggiornerà e migliorerà le norme per la protezione dei campi elettromagnetici.
Interessate diverse categorie, da medici e infermieri addetti alle scansioni di risonanza magnetica (MRI), alle persone che lavorano con radar, fino a saldatori e operai che riparano le linee elettriche.

La proposta di direttiva, che sostituirà la vecchia direttiva 2004/40, aggiorna i Limiti di esposizione (le frequenze che vengono riconosciuti come aventi effetti nocivi sul sistema cardiovascolare umano o del sistema nervoso centrale), nonché una serie di disposizioni per rendere più facile per i datori di lavoro di effettuare la valutazione dei rischi prevista dalla legge (per i dettagli vedi la notizia in allegato).
Ricordiamo che gli Stati membri dovranno recepire la direttiva nella legislazione nazionale entro il 1 luglio 2016.



Per maggiori informazioni  
consulta il sito europa.eu 

Potrebbe interessarti anche

Campi elettromagnetici, il Parlamento UE adotta la nuova direttiva