IN AGENDA

Campagna EU-OSHA 2014-2015: a Firenze il primo evento italiano

17 giugno 2014
Inail

Si terrà il 18 giugno presso Villa Lemmi, sede del centro formazione Inail, il convegno "La cultura della prevenzione: il benessere dei lavoratori e la crescita delle aziende", che è l'evento di lancio in Italia della nuova campagna "Ambienti di lavoro sani e sicuri", promossa dall'Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (Eu-Osha) e incentrata nel biennio 2014-2015 sulla gestione dello stress e dei rischi psicosociali nei luoghi di lavoro, che si stima siano il motivo all'origine di più della metà dei giorni di assenza per malattia nel continente.

La campagna, che ha preso il via a livello europeo lo scorso 7 aprile, è coordinata in ogni Stato membro dai rispettivi punti focali nazionali dell'Agenzia di Bilbao e punta a promuovere - attraverso workshop, conferenze, incontri periodici con la stampa, campagne di comunicazione, video e concorsi fotografici - una maggiore conoscenza di questi fenomeni e l'uso di strumenti semplici e pratici che possono aiutare imprese e organizzazioni a gestirli efficacemente.

Punto focale per l'Italia è l'Inail, che mercoledì mattina, a partire dalle ore 9,45, aprirà i lavori del convegno "La cultura della prevenzione: il benessere dei lavoratori e la crescita delle aziende" con Ester Rotoli, direttore centrale Prevenzione e manager Focal Point Italia, e Bruno Adinolfi, direttore regionale dell'Istituto, i cui interventi si alterneranno con quello di Paolo Onelli, direttore generale delle Relazioni industriali e dei Rapporti di lavoro del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

L'evento, che vedrà la partecipazione di rappresentanti delle istituzioni, parti sociali, imprese e associazioni, proseguirà con i contributi di Giovanni Marocci (Università di Firenze), Laura Calafà (Università di Verona) e Luigi Enrico Golzio (Università di Modena e Reggio Emilia), e con il confronto tra alcune esperienze aziendali, coordinato da Gabriele Corbizzi Fattori, dell'Asl 10 di Firenze.



Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.inail.it