STUDI E RICERCHE

Amianto e ricerca: un Volume INAIL con proposte e soluzioni

8 marzo 2018
Redazione InSic.it

INAIL raccoglie in un Volume realizzato dal DIMEILA e disponibile online, gli atti del Convegno nazionale "Il contributo della ricerca in tema di amianto a oltre vent'anni dal bando: proposte e soluzioni" del maggio 2016.
Il convegno ha sviluppato i temi dell'epidemiologia delle malattie amianto correlate, della mappatura dei siti contaminati e presentato i risultati di uno specifico progetto sulla presenza dell'amianto nelle scuole. Sono state inoltre discusse le modalità per sviluppare una sinergia virtuosa fra i risultati delle attività di ricerca e i compiti istituzionali dell'Inail.

Le stime dell'esposizione all'amianto
Nell'Introduzione si spiega che l'OMS ha stimato in 125 milioni le le persone che oggi sono esposte all'amianto nei luoghi di lavoro e in circa 90.000 i decessi nel mondo ogni anno per mesotelioma, tumore del polmone correlato con l'amianto e asbestosi.
Il miglior modo per difendersi è dunque eliminare ogni tipo di asbesto dalle lavorazioni industriali: in Italia vige il bando dal 1992, che riguarda attività di estrazione, lavorazione e commercio dell'amianto.
Molti sono poi risultati delle ricerche condotte anche da INAIL relativi alla sorveglianza epidemiologica dei soggetti ammalati e degli espost e per il monitoraggio dei siti contaminati da amianto sia per attività antropica che naturale, oltre che per la mappatura del materiale nei luoghi di vita e di lavoro.

I temi degli interventi raccolti nel Volume
Gli interventi raccolti nel Volume e tratti dal Convegno del 2016 forniscono un quadro dei risultati di ricerca disponibili e promuovono una discussione orientata all'individuazione delle soluzioni più efficienti per i temi ancora critici e irrisolti.
Si segnalano come ancora aperte le questioni sulla definizione di protocolli omogenei di sorveglianza sanitaria per gli ex esposti, l'identificazione e messa in sicurezza delle sorgenti di inquinamento naturale, la corretta gestione delle attività di bonifica dei siti contaminati, di trasporto e smaltimento dei materiali contenenti amianto.

Organizzazione del materiale
Il Volume segue dunque le due sessioni di lavori: nella prima e nella seconda si accolgono gli interventi legati a a temi di epidemiologia (discusso l'aggiornamento dei Criteri di Helsinki per la corretta definizione della diagnosi delle malattie amianto-correlate e l'aggiornamento dell'esposizione, oltre alla presentazione dei risultati della Consensus conference per il trattamento del mesotelioma maligno ed i risultati della sorveglianza epidemiologica dei casi incidenti svolta dal Registro nazionale dei mesoteliomi (RenaM).
La terza sessione dei lavori è stata dedicata alla mappatura dei siti contaminati, con l'illustrazione delle linee operative per la bonifica e la corretta gestione e classificazione dei rifiuti.
Una sezione del volume è poi relativa al secondo giorno dei lavori quando sono stati presentati e discussi i risultati della mappatura dei materiali contenenti amianto in edilizia nella regione Lazio e i risultati di uno specifico progetto di indagine conoscitiva sulla presenza di amianto nelle scuole.
È stato inoltre affrontato il tema della complessità della regolamentazione normativa della materia, suggerendo possibili strategie di semplificazione e di adeguamento.
Mentre nella tavola rotonda conclusiva si è riportato quanto detto a proposito di come sviluppare una sinergia virtuosa fra i risultati delle attività di ricerca e i compiti istituzionali dell'Inail in tema di prestazioni assicurative, attività di prevenzione dei rischi, analisi di verifica dei requisiti medico legali per l'assegnazione del nesso causale.

Riferimenti bibliografici:
Il contributo della ricerca in tema di amianto a oltre vent'anni dal bando: Proposte e soluzioni - Atti di convegno
Prodotto: Volume
Edizioni: Inail - 2017


Per saperne di più

L'Istituto Informa organizza il Corso:
Il Responsabile amianto
Roma, 21 - 22 giugno 2018
Valutazione del rischio, controllo e bonifica

Valido come corso di Aggiornamento per RSPP e ASPP e Coordinatori per la progettazione e l'esecuzione dei lavori (D. Lgs. 81/08 e s.m.i.)

16 Crediti Formativi (CFP) CNC e CNPI
15 Crediti Formativi (CFP) CNI e CNAPPC
I Docenti del corso
Dott. Fulvio CAVARIANI
Direttore Laboratorio di Igiene Industriale Civita Castellana Responsabile Centro Regionale Amianto ASL Viterbo
Dott. Fulvio D'ORSI
Medico del lavoro - Già Direttore SPRESAL ASL RM C
Interverra' un Magistrato del Tribunale, esperto nelle tematiche trattate



Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.istitutoinforma.it 
oppure scrivi a clienti@istitutoinforma.it  

Potrebbe interessarti anche

Friuli Venezia Giulia: bando rimozione amianto in scadenza!
Fondo vittime amianto: INAIL fissa a 1,29% l'addizionale dovuta dalle imprese
Il responsabile amianto: nuovo seminario Informa