Norme tecniche per le Costruzioni 2018
SALUTE E SICUREZZA
Agenti fisici, la nuova proposta di direttiva UE
fonte: 
Redazione Insic
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
Agenti fisici, la nuova proposta di direttiva UE Sul Portale Agenti Fisici, è disponibile il testo della proposta di Direttiva UE che dovrebbe sostituire la Direttiva 2004/40/CE sulla tutela dei lavoratori esposti a campi elettromagnetici nell'intervallo di frequenze 0Hz - 300 GHz.
Il testo ha ricevuto l'ok del Consiglio Europeo nei giorni scorsi e ora è tornato all'esame del Parlamento europeo.
La direttiva di riferimento n.2004/40/CE, dovrebbe entrare in vigore il 31 ottobre 2013, come indicato dalla direttiva 2012/11/UE, ma non ha ancora risolto le diverse criticità emerse in ambito sanitario per gli addetti agli apparati di risonanza magnetica. Inoltre la direttiva non ha recepito gli aggiornamenti contenuti nelle due nuove linee guida ICNIRP emanate nel 2009 e nel 2010 rispettivamente sulla protezione da campi magnetici statici e campi elettromagnetici a radiofrequenze, nell'intervallo 1 Hz- 100 KHz (basse frequenze).
In attesa che a livello europeo si definisca una nuova direttiva di modifica della 2004/40/CE, a livello nazionale l'applicazione del capo IV del Titolo VIII del D.Lgs. 81/2008 resta sospesa, e non sono perciò richiedibili e sanzionabili gli obblighi specificatamente stabiliti all'interno del capo IV.
In base all'art.28 (che definisce la valutazione del rischio) il datore di lavoro deve comunque impegnarsi alla valutazione di tutti i rischi per la salute e la sicurezza, inclusi quelli derivanti da esposizioni a campi elettromagnetici come confermato nell'articolo 181 che aggiunge di adottare le opportune misure di prevenzione e protezione con particolare riferimento alle norme di buona tecnica ed alle buone prassi.

Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: