APPROFONDIMENTO

Accordo Formazione RSPP/ASPP: requisiti minimi e titoli di studio

15 luglio 2016
Redazione Banca Dati Sicuromnia - http://sicuromnia.epc.it

In attesa della pubblicazione ufficiale in Gazzetta, dell'Accordo tra Governo, Regioni e Province autonome di Trento e di Bolzano finalizzato alla individuazione della durata e dei contenuti minimi dei percorsi formativi per i responsabili e gli addetti dei servizi di prevenzione e protezione, cominciamo l'analisi di alcuni dei punti dell'Intesa, il cui testo è stato diffuso sul sito della Conferenza Stato-Regioni (vedi il nostro aggiornamento).
Analizziamo la parte dei requisiti minimi richiesti per lo svolgimento delle funzioni di responsabili e addetti SPP.

Requisiti
Ai fini dello svolgimento delle funzioni di responsabile e di addetto dei servizi di prevenzione e protezione l'Accordo richiede preliminarmente il possesso di due requisiti:

1. titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore;

2. attestato di frequenza, con verifica dell'apprendimento, a specifici corsi di formazione adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative.

I responsabili e addetti sono comunque tenuti a frequentare corsi di aggiornamento.
Per i corsi in materia di salute e sicurezza la modalità e-learning è da ritenersi valida solo se espressamente prevista da norme e Accordi Stato-Regioni o dalla contrattazione collettiva, con le modalità disciplinate dall'Accordo e nel rispetto delle disposizioni di cui all'allegato 1.


Classi di laurea ed esoneri

L'articolo 32 del d.lgs. n. 81/2008 identifica le classi di laurea il cui possesso esonera dalla frequenza ai corsi di formazione adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative. Anche i soggetti in possesso di tali lauree, per svolgere i compiti di RSPP devono possedere un attestato di frequenza, con verifica dell'apprendimento a specifici corsi di formazione in materia di prevenzione e protezione dei rischi, anche di natura ergonomica e da stress lavoro-correlato, di organizzazione e gestione delle attività tecnico amministrative e di tecniche di comunicazione in azienda e di relazioni sindacali.


Sono esonerati dalla frequenza ai corsi di formazione di cui all'articolo 32, comma 2, primo periodo, coloro che sono in possesso di laurea in una delle seguenti classi:

--laurea magistrale conseguita in una delle seguenti classi: LM-4, da LM-20 a LM 25, da LM 27 a LM-35, di cui al decreto del Ministro Università e ricerca del 16 marzo 2007, pubblicato nel supplemento ordinano alla Gazzetta Ufficiale n. 157 del 9 luglio 2007;

--laurea specialistica conseguita nelle seguenti classi: 4/S, da 25/S a 38/S di cui al decreto del Ministro dell'Università e della ricerca scientifica e tecnologica del 28 novembre 2000, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 18 del 23 gennaio 2001;

--laurea magistrale conseguita nella classe LM/SNT 4 di cui al decreto del Ministro dell'Università e della ricerca scientifica e tecnologica del 8 gennaio 2009, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 122 del 28 maggio 2009;

--laurea conseguita nella classe L/SNT 4 di cui al decreto del Ministro dell'Università e della ricerca scientifica e tecnologica del 19 febbraio 2009, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 119 del 25 maggio 2009.

--tutti i diplomi di laurea del vecchio ordinamento di Ingegneria ed Architettura, conseguiti ai sensi del Regio Decreto 30 settembre 1938, n.1652

--il possesso di un certificato universitario attestante il superamento di uno o più esami relativi ad uno o più insegnamenti specifici del corso di laurea nel cui programma siano presenti i contenuti previsti dall'Accordo o l'attestato di partecipazione ad un corso universitario di specializzazione, perfezionamento o master i cui contenuti e le relative modalità di svolgimento siano conformi ai contenuti del presente Accordo.

Per l'elenco completo dei titoli di studio, si veda l'Allegato 1 che riportiamo sotto.



Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.statoregioni.it 

Allegati

Allegato 1 - Accordo Formazione RSPP/ASPP 2016
- All.1_AccFormazRSPP2016.pdf (49 kB)

Potrebbe interessarti anche

Accordo Formazione RSPP/ASPP: obbligo e decorrenza dell'aggiornamento
Accordo Formazione RSPP: soggetti formatori e percorsi formativi
Accordo Formazione RSPP/ASPP: articolazione e contenuti