DA PALAZZO CHIGI

Sicurezza antincendio delle navi passeggeri: decreto in esame definitivo

8 febbraio 2018
Redazione Banca Dati Sicuromnia

Giunge all'esame definitivo il decreto attuativo della direttiva (UE) 2016/844 della Commissione, del 27 maggio 2016, che modifica la direttiva 2009/45/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alle disposizioni e norme di sicurezza per le navi da passeggeri.
Al suo interno diversi riferimenti alla sicurezza antincendio dei natanti: dagli aspetti progettuali sulle caratteristiche di condotte e impianti di ventilazione, alle porte tagliafuoco; dalla resistenza al fuoco delle paratie e dei ponti fino all'indicazione della dotazione strumentale di emergenza per vigili del fuoco...
Il Decreto, lo ricordiamo, era previsto dalla Legge di delegazione europea 2016-2017 (legge 25 ottobre 2017 n. 163 - vedi il nostro aggiornamento).

Sicurezza delle navi e riferimenti all'antincendio

Il Decreto recepisce la direttiva (UE) 2016/844 della Commissione, del 27 maggio 2016, introducendo nuove disposizioni e norme di sicurezza per le navi adibite al trasporto passeggeri.
Le nuove norme hanno l'obiettivo di prevenire e ridurre incidenti e sinistri in mare, migliorare la sicurezza nel settore del trasporto marittimo e prevenire l'inquinamento, attraverso una serie di regole costruttive da applicare alle navi, con particolar riguardo a:
• regole costruttive relative alla protezione contro il rumore;
• regole tecniche relative al timone e alla sua capacità operativa;
• caratteristiche delle serrande tagliafuoco e tagliafumo;
• caratteristiche dell'apparecchio autorespiratore ad aria compressa compreso negli equipaggiamenti da vigile del fuoco;
• previsioni circa la presenza a bordo di due apparecchi radiotelefonici, ricetrasmittenti portatili per ciascun vigile del fuoco;
• caratteristiche di resistenza al fuoco delle paratie e dei ponti, che devono tenere in considerazione il rischio di trasmissione del calore in corrispondenza delle intersezioni e delle estremità delle barriere termiche;
• caratteristiche tecniche delle condotte e degli impianti di ventilazione delle navi;
• piani e procedure per il recupero di persone dall'acqua.



Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.governo.it