EMERGENZA E PRIMO SOCCORSO

Quesito: svolgimento diretto dei compiti di addetto gestione emergenze

10 dicembre 2013
Rivista Antincendio

Presentiamo un quesito pervenuto alla rivista Antincendio n.9/2013, in materia di requisiti per l'attività di docenza e formazione antincendio.

Il Quesito

C'è un limite nel numero di lavoratori impiegati all'interno dell'azienda al di sopra del quale non è possibile per il datore di lavoro svolgere direttamente i compiti di addetto alla gestione delle emergenze antincendio e primo soccorso?

Secondo l'Esperto

Il numero di addetti alla lotta antincendio ed alla gestione delle emergenze è una conseguenza che scaturisce dal Documento di Valutazione dei Rischi e dal Piano di Emergenza che, in base agli scenari incidentali previsti, indica il numero di persone necessarie a far funzionare lo stesso piano.
È evidente che una piccola attività (ad esempio un negozio) che si compone del titolare ,più 1 o 2 dipendenti, la funzione di "addetto alla lotta antincendio ed alla gestione delle emergenze" può essere svolta dallo stesso titolare, ma, in generale, è necessario che ci siano più addetti per evitare che, ad esempio, in caso di assenza o malattia, la funzione risulti scoperta con grave responsabilità del titolare dell'attività (ci sono alcune sentenze della magistratura in merito).

Vuoi porre un quesito?

Per proporre il vostro quesito, occorre essere abbonati alla Rivista Antincendio, e scrivere a questo indirizzo:
antincendio@epcperiodici.it



Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.epc.it 
oppure scrivi a antincendio@epcperiodici.it  

Potrebbe interessarti anche

Quesito: docenza e aggiornamento dei professionisti antincendio
Quesito: parcheggi non a norma: possono accogliere vetture senza benzina?
Quesito, depositi di libri in piano interrato: la normativa di riferimento
Quesito: strutture sanitarie e Regole tecniche di prevenzione incendi
Quesito: autorimesse dei condomini, il posizionamento degli estintori