NORME TECNICHE

Articoli pirotecnici: pubblicata la serie UNI EN 16263

26 ottobre 2015
Redazione InSic

La norma UNI entrata in vigore il 14 ottobre 2015 recepisce lo standard internazionale EN 16263:2015 su progettazione, costruzione, prestazioni, etichettatura degli articoli come stabilito dalla Direttiva 2007/23/CE





UNI annuncia sul suo portale la pubblicazione della serie UNI 16263:2015 "Articoli pirotecnici" suddivisa nelle Parti 1 "Terminologia", Parte 2 "Requisiti" e Parte 3 "Categorie e tipi", entrate in vigore il 14 ottobre scorso.
La Parte 1 "Terminologia" definisce i vari termini relativi alla progettazione, costruzione, prestazioni, etichettatura e prove degli altri articoli pirotecnici, così come stabilito dalla Direttiva 2007/23/CE sull'immissione sul mercato di articoli pirotecnici (fatta eccezione per gli articoli pirotecnici per autoveicoli, le cartucce per gli strumenti azionati a polvere pirica ed i dispositivi di accensione).

La Parte 2 specifica i requisiti per la costruzione e le prestazioni degli altri articoli pirotecnici, fatta eccezione per gli articoli pirotecnici per autoveicoli, i dispositivi di accensione e le cartucce per gli strumenti azionati a polvere pirica (PAT = powder actuated tools) di alcuni tipi generici.
La Parte 3 definisce la procedure per stabilire le categorie degli altri articoli pirotecnici, fatta eccezione per gli articoli pirotecnici per autoveicoli, i dispositivi di accensione e le cartucce per gli strumenti azionati a polvere pirica (PAT).

Ricordiamo che proprio di recente, sugli articoli pirotecnici il Governo durante il Consiglio dei Ministri del 12 ottobre ha approvato in via preliminare il decreto legislativo che darà attuazione alla direttiva di esecuzione 2014/58/UE della Commissione del 16 aprile 2014 per la tracciabilità degli articoli pirotecnici, a norma della direttiva 2007/23/CE del Parlamento europeo e del Consiglio.



Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.insic.it 

Potrebbe interessarti anche

Articoli pirotecnici: approvato in via preliminare un decreto sulla tracciabilità