SafetyExpo 2018
FORMAZIONE ANTINCENDIO
Strutture ricettive: modifiche per la formazione degli addetti antincendio
fonte: 
Redazione Insic
area: 
Prevenzione incendi
Strutture ricettive: modifiche per la formazione degli addetti antincendio In Gazzetta del 12 aprile, il decreto 29 marzo 2013 chiarisce sulla formazione degli addetti al servizio antincendio nelle strutture ricettive, riformulando le indicazioni generali contenute nel comma 6 dell'art. 5 del decreto del Ministro dell'interno 16 marzo 2012.

In base al nuovo testo del decreto ministeriale, gli addetti del servizio antincendio "devono avere frequentato i corsi di cui all'allegato IX del decreto del Ministro dell'interno 10 marzo 1998, rispettivamente di tipo B, per le strutture ricettive di categoria A e B dell'allegato I del decreto del Presidente della Repubblica del 1° agosto 2011, n. 151, e del tipo C, per le strutture ricettive di categoria C del medesimo allegato e, per le attività riportate nell'allegato X del decreto del Ministro dell'interno 10 marzo 1998, avere conseguito l'attestato di idoneità tecnica previsto dall'art. 3 della legge 28 dicembre 1996, n. 60".

L'allegato IX del DM 10 marzo 1998, detta i "Contenuti minimi dei corsi di formazione per addetti alla prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze, in relazione al livello di rischio dell'attività". Il Corso B è il corso per addetti antincendio in attività a rischio di incendio medio (durata 8 ore).
Lo svolgimento di questo corso riguarda coloro che svolgono attività di prevenzione incendi nelle strutture ricettive di categoria A e B dell'allegato I del decreto del Presidente della Repubblica del 1° agosto 2011, n. 151, ovvero Alberghi, pensioni, motel, villaggi albergo, residenze turistico-alberghiere, studentati, villaggi turistici, alloggi agrituristici, ostelli per la gioventù, rifugi alpini, bed & breakfast, dormitori, case per ferie, con oltre 25 posti letto, Strutture turistico-ricettive nell'aria aperta (campeggi, villaggi-turistici, ecc.) fino a 50 posti letto (categoria A) e quelli oltre 50 posti letto e fino a 100 posti (categoria B che ricomprende anche Strutture turistico-ricettive nell'aria aperta, campeggi, villaggi-turistici, ecc.).

Per le strutture di tipo C che hanno oltre 100 posti letto (vedi allegato I del D.P.R. n.151/2011), gli addetti devono svolgere il Corso C "corso per addetti antincendio in attività a rischio di incendio elevato" (durata 16 ore).
Per alberghi con oltre 100 posti letto (lettera i) allegato X del D.M. 10 marzo 1998) bisogna invece conseguire l'attestato di idoneità tecnica previsto dall'art. 3 della legge 28 dicembre 1996, n. 60.

Vuoi approfondire sulla formazione degli addetti antincendio?
EPC propone il manuale: "La formazione degli addetti antincendio" E. Lavè, Giugno 2012
Il Manuale è aggiornato secondo il D.Lgs. 81/2008 s.m.i. e l'Accordo della Conferenza Stato-Regioni per la formazione del 21 dicembre 2011.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.epc.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: