APPROFONDIMENTO

Sblocca-Italia: un commento sulle semplificazioni per l'edilizia

17 settembre 2014
Redazione InSic

Il Decreto "Sblocca Italia" (DL n.133 del 12 settembre 2014, pubblicato nella G.U. n.212 del 12 settembre 2014) contiene diverse novità in materia edilizia e semplificazioni, proposte praticamente ogni anno, almeno dal 2010.

Nell'articolo dell'architetto Rosario Manzo dal titolo: "Sblocca Italia - la normativa edilizia, urbanistica e paesaggistica", che troverete in allegato alla notizia, si analizzano e commentano i passi più critici del decreto, ancora in fase di conversione in legge.
Si riportano anche le modifiche in vista per la normativa edilizia, esplicitando in sintesi le relative conseguenze e gli aspetti critici.

Fra gli argomenti su cui il DL Sblocca Italia incide, e che vengono messi a fuoco nell'articolo, si fa riferimento in particolare al DPR 380/2001 (Testo Unico dell'Ediliza) per gli aspetti legati al:
-Frazionamento delle unità immobiliari;
-Interventi di ristrutturazione edilizia con modifica della volumetria complessiva o dei prospetti;
-Riqualificazione degli immobili tramite interventi di conservazione;
-Permesso di costruire in deroga per mutamento di destinazione d'uso;
-Proroga dei termini per l'esecuzione dei lavori;
-Interventi complessi di trasformazione urbana;
-Riduzione degli oneri per il recupero degli immobili dismessi e per la manutenzione straordinaria;
-Raddoppio dei tempi procedurali per il rilascio del PdC;
-Riallineamento testuale alla "segnalazione certificata di inizio attività" e realizzazione di varianti in corso d'opera;
-Mutamento di destinazione d'uso urbanisticamente rilevante;
-Attuazione delle lottizzazioni convenzionate tramite stralci funzionali.

Fra le altre modifiche, si introduce, non senza criticità il "Permesso di costruire convenzionato" (art.28 bis L.1150/1942) e, per gli aspetti più amministrativi si fa anche riferimento nel DL Sblocca Italia alla decorrenza dei termini dei pareri della Conferenza dei servizi (art.14, comma 8 bis e art.14 quater comma 3 della L.241/1990) e alla individuazione dell'atto del CdM come "Alta amministrazione". Per quanto riguarda la tutela del paesaggio, viene realizzata una definizione delle categorie di intervento di "lieve entità" ai fini del rilascio del nulla osta paesaggistico.

Per approfondire:
L'Architetto Manzo ha pubblicato con EPC Editore:
LIBRO
Guida alle semplificazioni edilizie: CIL, SCIA, DIA e permesso di costruire
Aggiornato al Decreto del "Fare". Nel CD-ROM allegato un ampio repertorio di normativa per la pratica operativa di tecnici e professionisti
Ghiloni Massimo- Manzo Rosario
Edizione: ottobre 2013

EBOOK GRATUITO
Comunicazione inizio lavori, SCIA, DIA e permesso di costruire
Guida operativa giuridico-tecnica del nuovo sistema dei titoli abilitativi in edilizia. Aggiornata secondo le disposizioni introdotte dalla legge 12 luglio 2011, n. 106 di conversione, con modificazioni del D.L. n. 70/2011, dalla legge 14 settembre 2011, n. 148, di conversione del D.L. n. 138/2011 e dal D.L. n. 5/2012
Ghiloni Massimo-Manzo Rosario
Edizione: gennaio 2014



Allegati

Sblocca Italia – la normativa edilizia, urbanistica e paesaggistica - arch. Rosario Manzo
- SbloccaItalia_Manzo_092014.pdf (262 kB)

Potrebbe interessarti anche

DL Sblocca-Italia: le misure contro rischio idrogeologico e bonifiche
Sblocca-Italia: il decreto legge in Gazzetta
Terre e rocce da scavo e dissesto idrogeologico nel DL Sblocca-Italia
Sblocca-Italia, cantieri e opere pubbliche nel mirino del Governo
Infrastrutture incompiute: verso il Decreto Sblocca Italia