SafetyExpo 2018
PROCEDURE D'INFRAZIONE
Rendimento energetico in edilizia: chiusa la procedura di infrazione UE
fonte: 
Redazione InSic
area: 
Edilizia
Rendimento energetico in edilizia: chiusa la procedura di infrazione UE La Commissione europea, il 23 e 24 gennaio 2014, ha deciso l'archiviazione di 2 procedure d'infrazione pendenti nei confronti dell'Italia e l'apertura di 17 nuove infrazioni, 3 per violazione del diritto UE e 14 per mancato recepimento di direttive UE.

Le procedure d'infrazione a carico del nostro Paese salgono quindi a 120, di cui 81 riguardano casi di violazione del diritto dell'Unione e 38 attengono a mancato recepimento di direttive.

Per quanto riguarda il settore energetico, il 10 dicembre 2014 si segnalavano 4 procedure aperte, ora scese a tre, a seguito dell'archiviazione della procedura 2006/2378 sulla Violazione del diritto UE per la Non corretta trasposizione della direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico nell'edilizia.

Sono però ancora tre le procedure ancora aperte:

proc. 2013_2229: Mancato recepimento della direttiva 2011/70/Euratom del Consiglio, del 19 luglio 2011, che istituisce un quadro comunitario per la gestione responsabile e sicura del combustibile nucleare esaurito e dei rifiuti radioattivi

Proc. 2012_0368: Mancato recepimento della direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell'edilizia

Proc. 2011_0212: Mancato recepimento della direttiva 2009/28/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 aprile 2009 sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE

Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: