IN GAZZETTA
Regolamento Prodotti da costruzione: in Delegazione europea 2015 i criteri per l'adeguamento
fonte: 
Redazione Banca Dati Sicuromnia - http://sicuromnia.epc.it
area: 
Edilizia
Regolamento Prodotti da costruzione: in Delegazione europea 2015 i criteri per l'adeguamento In Gazzetta Ufficiale n.204 del 1 settembre 2016 è stata pubblicata la Legge di Delegazione europea 2015, Legge 12 agosto 2016, n. 170, in vigore dal 16 settembre con la quale il Parlamento delega il Governo ad adottare decreti legislativi per l'attuazione delle direttive elencate negli allegati A e B ed entro due anni dalla data di entrata in vigore della legge, anche disposizioni recanti sanzioni penali o amministrative per le violazioni di obblighi contenuti in queste direttive europee, per le quali non sono già previste sanzioni penali o amministrative.
Fra le direttive contemplate dalla Legge di Delegazione 2015, una riguarda il mondo dell'edilizia e delle costruzioni e comporta l'adeguamento alla direttiva del Reg. n.305/2011.

Commercializzazione prodotti da costruzione (Art.9)
In base all'art. 9 il Governo è delegato ad adottare, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della legge di Delegazione, uno o più decreti legislativi per l'adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) n. 305/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 9 marzo 2011, che fissa condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione e che abroga la direttiva 89/106/CEE del Consiglio.

I Principi e criteri da seguire per la delega
I principi ed i criteri direttivi generali sono fissati al comma 2 dell'art.9 richiamano la necessità di istituire un Comitato nazionale di coordinamento per i prodotti da costruzione, con compiti di coordinamento e di raccordo delle attività delle amministrazioni competenti nel settore dei prodotti da costruzione e di determinazione degli indirizzi volti ad assicurare l'uniformità e il controllo dell'attività di certificazione e di prova degli organismi notificati, e individuazione delle amministrazioni che hanno il compito di istituirlo.
Previsto anche un Organismo nazionale per la valutazione tecnica europea (ITAB) quale organismo di valutazione tecnica (TAB), nonché di un Punto di contatto nazionale per i prodotti da costruzione, presso il Ministero dello sviluppo economico che sarà autorità notificante ai sensi del capo VII del regolamento (UE) n. 305/2011.
Inoltre, nel Decreto attuativo si dovrà fare attenzione a fissare criteri e procedure per la valutazione, la notifica e il controllo degli organismi da autorizzare per svolgere compiti di parte terza nel processo di valutazione e verifica della costanza della prestazione, di cui all'articolo 40 del regolamento (UE) n. 305/2011, anche al fine di prevedere che tali compiti di valutazione e di controllo degli organismi possano essere affidati mediante apposite convenzioni all'organismo unico nazionale di accreditamento ai sensi dell'articolo 4 della legge 23 luglio 2009, n. 99.
Previste anche disposizioni in tema di proventi e tariffe per le attività connesse all'attuazione del regolamento (UE) n. 305/2011, conformemente al comma 4 dell'articolo 30 della legge 24 dicembre 2012, n. 234, nonchè sanzioni penali o amministrative efficaci, dissuasive e proporzionate alla gravità delle violazioni degli obblighi derivanti dal regolamento tenendo in adeguata considerazione le attività rispettivamente svolte dagli operatori economici nelle diverse fasi della filiera e, in particolare, la loro effettiva capacità di incidere sugli aspetti relativi alle caratteristiche, alla qualità e alla sicurezza del prodotto, e individuazione delle procedure per la vigilanza sul mercato dei prodotti da costruzione ai sensi del capo VIII del regolamento.
Contemplata anche la salvaguardia della possibilità di adeguare la normativa nazionale alle disposizioni del regolamento con un successivo regolamento governativo nelle materie non riservate alla legge e già disciplinate mediante regolamenti.

Riferimenti normativi:
LEGGE 12 agosto 2016, n. 170
Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri atti dell'Unione europea - Legge di delegazione europea 2015.
(GU n.204 del 1-9-2016)
Vigente al: 16-9-2016

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.gazzettaufficiale.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: