BANDI

Messa in sicurezza scuole: Avviso pubblico Miur per 350 milioni

30 agosto 2017
Redazione InSic.it

Sul sito del MIUR è stato pubblicato un "Avviso pubblico per la presentazione di proposte progettuali per la realizzazione di interventi di messa in sicurezza e riqualificazione degli edifici pubblici adibiti ad uso scolastico".
Le risorse stanziate sul PON "Per la scuola" attivate con il presente Avviso ammontano complessivamente a circa € 350.000.000,00 da dividere fra le cinque Regioni interessate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia).
Le richieste di accreditamento, degli enti interessati (articolo 10 del bando) devono essere trasmesse entro il 28 settembre, mentre la presentazione delle domande sarà possibile tra il 18 ottobre e il 30 novembre.

L'Avviso pubblico nel PON 2014-20


L'Avviso è finalizzato alla presentazione di proposte progettuali per l'attuazione dell'Obiettivo specifico 10.7 del Programma Operativo Nazionale 2014-20 (nell'ambito dei fondi FESR) - "Aumento della propensione dei giovani a permanere nei contesti formativi, attraverso il miglioramento della sicurezza e della fruibilità degli ambienti scolastici" e, in particolare dell'Azione 10.7.1 "Interventi di riqualificazione degli edifici scolastici (efficientamento energetico, sicurezza, attrattività e innovatività, accessibilità, impianti sportivi, connettività), anche per facilitare l'accessibilità delle persone con disabilità" del PON "Per la scuola, competenze e ambienti per l'apprendimento" 2014 - 2020.

Interventi ammessi in base all'Avviso


L'Avviso è volto a far fronte prioritariamente alle esigenze di messa in sicurezza e riqualificazione degli immobili pubblici adibiti ad uso scolastico.
In particolare:
•adeguamento e miglioramento sismico;
• adeguamento impiantistico e interventi di messa in sicurezza finalizzati all'ottenimento dell'agibilità degli edifici;
• bonifica dall'amianto e da altri agenti nocivi;
•accessibilità e superamento delle barriere architettoniche;
• efficientamento energetico e, in senso più ampio, miglioramento dell'eco-sostenibilità degli edifici;
• attrattività delle scuole, intesa come miglioramento della qualità ed ammodernamento degli spazi per la didattica e realizzazione di spazi funzionali per lo svolgimento di servizi accessori agli studenti (es. mensa, spazi comuni, aree a verde, realizzazione di infrastrutture per lo sport e per gli spazi laboratoriali), finalizzati alla riqualificazione e al miglioramento della fruibilità degli spazi (interni ed esterni), anche per promuovere una idea di scuola aperta al territorio e alla comunità.

Soggetti interessati all'Avviso e candidature


Sono ammessi a partecipare gli enti locali proprietari degli edifici pubblici adibiti ad uso scolastico statale delle 5 regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), gli enti locali che abbiano in uso immobili scolastici pubblici, la cui proprietà sia ad esempio dello Stato o di altro ente locale e gli enti locali che si trovano in stato di dissesto finanziario a determinate condizioni.
Gli interventi a valere sull'Azione 10.7.1 devono essere destinati prioritariamente alla messa in sicurezza degli edifici scolastici, ma sono ammissibili anche interventi di riqualificazione degli stessi, in relazione sia all'accessibilità e al superamento delle barriere architettoniche, sia all'efficientamento energetico, al miglioramento degli spazi per la didattica e di servizi accessori e alla realizzazione di infrastrutture per lo sport e per i laboratori.
Pertanto, le candidature possono riguardare le seguenti tipologie d'intervento:
• Interventi Tipologia A relativi alla messa in sicurezza dell'edificio (adeguamento/miglioramento sismico; adeguamento impiantistico; bonifica amianto);
• Interventi Tipologia B relativi all'accessibilità, all'efficientamento, all'attrattività e agli spazi per sport e laboratori.

Cos'è il PON 2014-20?


Il Programma Operativo Nazionale "Per la Scuola - competenze e ambienti per l'apprendimento" per il
periodo di programmazione 2014-2020, a titolarità del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, che ha ricevuto formale approvazione da parte della Commissione Europea con Decisione C(2014) n. 9952, del 17 dicembre 2014, è un Programma plurifondo (FSE-FESR) finalizzato al miglioramento del sistema di Istruzione.
Tale obiettivo è perseguito attraverso una forte integrazione tra investimenti finanziati dal Fondo Sociale Europeo (FSE) per la formazione e il miglioramento delle competenze, e dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) per gli interventi infrastrutturali.
Il PON "Per la scuola" 2014-2020 ha una duplice finalità: da un lato perseguire l'inclusività, l'equità, la coesione e il riequilibrio territoriale, favorendo la riduzione della dispersione scolastica e dei divari tra territori, scuole e studenti in condizioni diverse; dall'altro, mira a valorizzare e sviluppare le potenzialità, i talenti e i meriti personali, anche attraverso la promozione delle competenze trasversali degli studenti, comprese quelle di cittadinanza globale.



Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.istruzione.it 

Potrebbe interessarti anche

Edilizia scolastica, Infrastrutture e Ricostruzione post sisma nel DL Mezzogiorno
Finanziamenti edilizia scolastica: la ripartizione nel DM 14/3/2017
Edilizia scolastica: avviso pubblico di Invitalia