DAL GOVERNO

Legge stabilità 2016: le misure per l'edilizia scolastica escluse dal pareggio di bilancio

28 ottobre 2015
#italiasicura

Ieri pomeriggio il Presidente del Senato Pietro Grasso ha annunciato in Aula il calendario della sessione di bilancio. Il testo del disegno di legge sulla stabilità 2016, che inizierà il suo iter in Commissione Bilancio, prevede - tra le altre misure - l'esclusione dal saldo di riferimento per il pareggio di bilancio delle spese sostenute dagli Enti locali per interventi di edilizia scolastica effettuati utilizzando l'avanzo di amministrazione o attraverso mutui.

L'esclusione opera nel limite massimo di 500 milioni di euro per il 2016. Gli spazi finanziari saranno attribuiti secondo il seguente ordine prioritario:
- spese sostenute dai Comuni per gli interventi di edilizia scolastica avviati con l'operazione #scuolenuove;
- spese sostenute dagli Enti locali per gli interventi di edilizia scolastica finanziati con l'operazione Mutui Bei;
- spese sostenute dagli Enti locali per ulteriori interventi.

Gli Enti locali devono comunicare, entro il termine perentorio del 1° marzo, gli spazi finanziari di cui necessitano per sostenere interventi di edilizia scolastica.



Per maggiori informazioni  
consulta il sito italiasicura.governo.it 

Potrebbe interessarti anche

Ristrutturazioni edilizia: in Stabilità 2016 confermata la detrazione