DOSSIER

Legge di Bilancio 2017: il Fondo per lo Sviluppo Infrastrutture

18 novembre 2016
Redazione InSic.it

Nei giorni scorsi il Governo ha messo a confronto in un dossier, i punti della Legge di Bilancio 2017 (ancora in fase di approvazione alla Camera) con gli obiettivi ONU per lo sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals o SDGs) previsti nell'Agenda 2030.Abbiamo già visto quanto prefissato per le Ristrutturazioni edilizie. Passiamo all'art. 21 che prevede un Fondo per il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale...

Il Fondo per il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese (Art. 21)
Nella Legge di Bilancio 2017 viene espressamente previsto all'art. 21 l'istituzione di un fondo da 8,5 miliardi fino al 2019 e di 3 miliardi annui fino al 2032 per trasporti e viabilità,infrastrutture, ricerca, dissesto idrogeologico, edilizia pubblica, attività industriali di alta tecnologia e sostegno alle esportazioni, informatizzazione dell'amministrazione giudiziaria, prevenzione del rischio sismico.
Il Governo nel dossier, affianca a questo punto i Target SDGS in materia di infrastrutture di qualità, affidabili, sostenibili e resilienti ma anche gli obiettivi di innovazione tecnologica dei trasporti, la resilienza ai disastri e ai cambiamenti climatici.

SDGs TARGET
Target 9.1 - Sviluppare infrastrutture di qualità, affidabili, sostenibili e resilienti, comprese le infrastrutture regionali e transfrontaliere, per sostenere lo sviluppo economico e il benessere umano, con particolare attenzione alla possibilità di accesso equo per tutti;
Target 9.5 - Potenziare la ricerca scientifica, promuovere le capacità tecnologiche dei settori industriali in tutti i paesi, anche incoraggiando, entro il 2030, l'innovazione e aumentando in modo sostanziale il numero dei lavoratori dei settori ricerca e sviluppo ogni milione di persone e la spesa pubblica e privata per ricerca e sviluppo;
Target 11.2 - Entro il 2030, fornire l'accesso a sistemi di trasporto sicuri, sostenibili, e convenienti per tutti, migliorare la sicurezza stradale, in particolare ampliando i mezzi pubblici, con particolare attenzione alle esigenze di chi è in situazioni vulnerabili, alle donne, ai bambini, alle persone con disabilità e agli anziani;
Target 11.5 - Entro il 2030, ridurre in modo significativo il numero di morti e il numero di persone colpite da calamità, compresi i disastri provocati dall'acqua, e ridurre sostanzialmente le perdite economiche dirette rispetto al prodotto interno lordo globale;
Target 11.b - Entro il 2020, aumentare notevolmente il numero di città e di insediamenti umani che adottino e attuino politiche e piani integrati verso l'inclusione, l'efficienza delle risorse, la mitigazione e l'adattamento ai cambiamenti climatici, la resilienza ai disastri, lo sviluppo e l'implementazione, in linea con il "Quadro di Sendai per la Riduzione del Rischio di Disastri 2015-2030", la gestione complessiva del rischio di catastrofe a tutti i livelli;
Target 13.1 - Rafforzare la resilienza e la capacità di adattamento ai rischi legati al clima e ai disastri naturali in tutti i paesi
Target 16.6 - Sviluppare istituzioni efficaci, responsabili e trasparenti a tutti i livelli

Ricordiamo che per la parte edilizia gli articoli di riferimento nella Legge di Bilancio sono:
-Detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione edilizia, riqualificazione energetica, riqualificazione antisismica (Art.2, commi 1 e 2)
-Fondo per il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese (Art. 21)
-Casa Italia (Art. 51)
-Scuole belle (Art. 56)

Gli Obiettivi (SDGs)di Agenda 2030 delle Nazioni unite
1. Porre fine ad ogni forma di povertà nel mondo
2. Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un'agricoltura sostenibile
3. Assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età
4. Fornire un'educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti
5. Raggiungere l'uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze
6. Garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell'acqua e delle strutture Igienico-sanitarie
7. Assicurare a tutti l'accesso a sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni
8. Incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un'occupazione piena e produttiva ed un lavoro dignitoso per tutti
9. Costruire una infrastruttura resiliente e promuovere l'innovazione ed una industrializzazione equa, responsabile e sostenibile
10. Ridurre l'ineguaglianza all'interno di e fra le Nazioni
11. Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili
12. Garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo
13. Adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze
14. Conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile
15. Proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell'ecosistema terrestre, gestire sostenibilmente le foreste, contrastare la desertificazione, arrestare e far retrocedere il degrado del terreno, e fermare la perdita di diversità biologica
16. Promuovere società pacifiche e più inclusive per uno sviluppo sostenibile; offrire l'accesso alla giustizia per tutti e creare organismi efficienti, responsabili e inclusivi a tutti i livelli
17. Rafforzare i mezzi di attuazione e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile



Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.governo.it 

Potrebbe interessarti anche

Legge Bilancio 2017: incentivi per Terremoto, ristrutturazioni e infrastrutture ambientali
Legge di Bilancio 2017: i target per le ristrutturazioni edilizie
Legge di Bilancio 2017, fra le novità Ecobonus condomini, Sabatini e Scuole