APPROFONDIMENTO

Gestione della sicurezza in cantiere: ruolo del CSE, cosa cambiare?

6 marzo 2018
Rivista Ambiente & Sicurezza sul Lavoro

Sul numero di Febbraio della rivista Ambiente&Sicurezza sul lavoro ha trovato spazio l'intervento realizzato da Carmelo G. Catanoso (Ingegnere, Consulente di Direzione) durante il Seminario su "La gestione della sicurezza nel cantiere edile: Ruolo del CSE e criticità delle fasi lavorative in quota" organizzato dall'Ordine degli Ingegneri di Roma, dalla ASL Roma 2 e dall'Università degli Studi di Roma "La Sapienza, nel novembre scorso.

L'articolo verte sulla possibile rivisitazione del ruolo del CSE a fronte delle profonde differenze cui lo stesso è stato delineato dal legislatore italiano rispetto a quanto previsto dalla direttiva 92/57/CEE.
Ancora oggi dopo 20 anni dall'entrata in vigore del D.Lgs. n. 494/1996 ed i successivi ritocchi effettuati con il D.Lgs. n. 528/1999 e con il Capo I del Titolo IV del D.Lgs. n. 81/2008, il livello di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili dimostra, palesemente, di avere ancora davanti a sé ampi margini di miglioramento, spiega Catanoso che passa poi a confrontare tra l'art. 6 della direttiva 92/57/CEE e l'art. 92 del D.Lgs. n. 81/2008.

Successivamente si passa ad analizzare la figura del Coordinatore della Sicurezza per l'Esecuzione (CSE), gravata da una serie di obblighi e responsabilità derivanti dalla normativa vigente "ma, preliminarmente, va chiarito che il legislatore, nell'istituire la figura CSE, non ha certamente voluto introdurre un nuovo soggetto "garante in toto" della sicurezza in cantiere", spiega Catanoso.
Secondo l'autore è necessario intervenire modificando i contenuti dell'art. 92 del D.Lgs. n. 81/2008 in modo da riavvicinarsi a quanto previsto dal legislatore europeo con la Direttiva 92/57/CEE (si veda a riguardo, una tabella in cui l'autore segnala i passaggi da modificare per l'allineamento con le previsioni comunitarie.



L'articolo è disponibile sul numero di Febbraio della rivista Ambiente&Sicurezza sul lavoro.

Per abbonarsi alla rivista, compila il modulo da inviare via fax (06 33111043)
La Rivista è disponibile per gli abbonati in formato PDF (per singolo articolo) e consultabile via APP "Edicola" di EPC Periodici (disponibile su Android e IOS)

Riferimenti bibliografici:
Sicurezza in cantiere. Più di 20 anni dal D.Lgs. n. 494/96, è l'ora di cambiare?
Carmelo G. Catanoso
Ambiente&Sicurezza sul Lavoro n.2/2018