Norme tecniche per le Costruzioni 2018
STUDI E RICERCHE
Energia da fonti rinnovabili: buoni i risultati dell'UE e dell'Italia
fonte: 
Redazione Banca Dati Sicuromnia
area: 
Edilizia
Energia da fonti rinnovabili: buoni i risultati dell'UE e dell'Italia Nel 2016, la quota di energia da fonti rinnovabili nel consumo finale lordo di energia ha raggiunto il 17% nell'Unione europea (UE), il doppio della quota nel 2004 (8,5%), primo anno per il quale sono disponibili dati specifico. Lo riprota una nota informativa di EUROSTAT.

La quota delle energie rinnovabili nel consumo finale lordo di energia è uno degli indicatori principali della strategia Europa 2020. L'obiettivo dell'UE, lo ricordiamo, è di ottenere il 20% di energia nel consumo finale lordo di energia da fonti rinnovabili entro il 2020 e almeno del 27% entro il 2030.
Ogni Stato membro dell'UE, ricorda EUROSTAT ha un proprio obiettivo "Europa 2020" che tiene conto dei diversi punti di partenza, del potenziale di energie rinnovabili e delle prestazioni economiche. Tra i 28 Stati membri dell'UE, 11 fra cui l'Italia hanno già raggiunto il livello richiesto per raggiungere i loro obiettivi nazionali del 2020: Bulgaria, Repubblica ceca, Danimarca, Estonia, Croazia, Lituania, Ungheria, Romania, Finlandia e Svezia. L'Austria è a meno di 1 punto percentuale (pp) dal suo obiettivo del 2020. All'estremo opposto della scala, i Paesi Bassi (8,0 pp dall'obiettivo nazionale 2020), la Francia (7,0 pp), l'Irlanda (6,5 pp), il Regno Unito (5,7 pp) e il Lussemburgo (5,6 pp) sono i più lontani dal i loro obiettivi.

In base ai grafici diffusi da EUROSTAT l'Italia ha visto crescere notevolmente la percentuale di energia in fonti rinnovabili dalla quota lorda di energia: dal 6.3% del 2004 fino al 16.7% del 2013. Il target del 17% era stato già superato nel 2014 (per Eurostat la quota era al 17.1%), per poi stabilizzarsi nei successivi anni al 17.5% del 2015 e al 17.4% del 2016.

Anche il GSE ha recentemente corretto le stime italiane, al rialzo: in particolare, il GSE ha ricalcolato la quota dei consumi energetici complessivi coperta da fonti rinnovabili, nel 2016 sale al 17,41%, in lieve aumento rispetto al 17,35% reso noto lo scorso dicembre 2017.
Cambia anche l'incidenza delle rinnovabili nel settore termico, che dal 18,7% sale al 18,9%.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito ec.europa.eu 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: