Norme tecniche per le Costruzioni 2018
SEMPLIFICAZIONI
Durc on-line: il commento del Ministero del Lavoro
fonte: 
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
area: 
Edilizia
Durc on-line: il commento del Ministero del Lavoro Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali evidenzia i risultati positivi del Durc on-line, la nuova procedura semplificata di rilascio del Documento Unico di Regolarità Contributiva. A quattro mesi dall'avvio dell'operatività, scattata il 1° luglio, sono state infatti 1.241.220 le richieste della certificazione pervenute ai tre enti gestori della procedura (Inps, Inail e Casse Edili).


Per 1.050.648, pari all'84,65%, c'è stato il rilascio in tempo reale del Durc che, è opportuno ricordarlo, ha validità di quattro mesi e può essere utilizzato per ogni finalità richiesta dalla legge senza bisogno di richiederne uno nuovo ogni volta. Un dato positivo, che attesta un'elevata percentuale di conformità ai requisiti di legge da parte delle imprese, migliorando ulteriormente il dato di regolarità riscontrato dopo un mese dall'avvio (l'80,7%).

Riguardo alle restanti richieste, per il 4% circa è stata avviata un'istruttoria che si conclude entro le 72 ore dalla presentazione della domanda con il rilascio di un Durc regolare o con la richiesta di regolarizzazione; mentre per poco più del 10%, è stata accertata un'irregolarità, ovvero una non conformità ai requisiti previsti dalla legge.

Questi dati confermano l'utilità della nuova procedura di rilascio del Durc che riduce i tempi per l'ottenimento della certificazione e, di conseguenza, consente risparmi significativi, in termini di impiego di ore di lavoro, per le imprese, le pubbliche amministrazioni ed i soggetti tenuti al rilascio.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.lavoro.gov.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: