AMA
 Edilizia
 INFRASTRUTTURE
Dal Governo nuovi accordi per le opere da realizzare
28 febbraio 2013
fonte: 
area: Edilizia
Dal Governo nuovi accordi per le opere da realizzare Durante il Consiglio dei Ministri del 26 febbraio 2013, è stato approvato un disegno di legge per la ratifica dell'accordo tra la Repubblica di Albania, la Repubblica greca e la Repubblica italiana sul progetto "Trans Adriatic Pipeline", siglato ad Atene il 13 febbraio 2013.
La ratifica dell'accordo consentirà di dare attuazione all'intesa siglata dai tre Paesi il 27 settembre 2012 a New York per la realizzazione del Gasdotto TAP, attraverso il rafforzamento delle collaborazioni in essere. L'accordo è per l'Italia un importante strumento per diversificare le fonti energetiche e i fornitori di energia, con positive ricadute dal punto di vista della sicurezza energetica.

Inoltre, il 28 febbraio il Ministro per la Coesione territoriale, Fabrizio Barca, il Ministro allo Sviluppo Economico, alle Infrastrutture e Trasporti, Corrado Passera, il Governatore della Regione Siciliana, Rosario Crocetta, gli Amministratori delegati di Ferrovie dello Stato Italiane, Mauro Moretti, e di Rete Ferroviaria Italiana, Michele Mario Elia, hanno sottoscritto il terzo Contratto istituzionale di sviluppo (CIS), istituito dall'articolo 6 del D.lgs 88/2011, per la realizzazione della direttrice ferroviaria "Messina-Catania-Palermo".
Si tratta di un contratto che interessa 5 macro-interventi per un totale di 14 opere, per le quali, a fronte di un costo complessivo di 5.106,1 milioni di euro, sono già disponibili 2.426 milioni.
I fondi sono così suddivisi:
• 1.153,5 milioni a valere su fondi statali;
• 21 milioni a valere sulla Legge Obiettivo;
• 500 milioni a valere sulla riduzione del cofinanziamento statale di cui al Piano d'Azione e Coesione;
• 517,2 milioni a valere sui programmi comunitari 2007-2013, di cui 280 milioni sul POR Sicilia e 237,2 sul PON "Reti e Mobilità";
• 217,3 milioni a valere su risorse liberate del PON Trasporti 2000-2006;
• 17 milioni a valere su risorse Fondo Sviluppo e Coesione già a disposizione del MIT.
Si tratta del terzo CIS firmato dal Governo dopo quelli relativi alla realizzazione della direttrice ferroviaria Napoli-Bari-Lecce-Taranto del 2 agosto scorso e alla velocizzazione della direttrice ferroviaria Salerno-Reggio Calabria del 18 dicembre che, complessivamente, hanno stanziato l'importo di 6,462 miliardi di euro.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.governo.it 
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!
Selezionate per te da InSic