Norme tecniche per le Costruzioni 2018
INCENTIVI
Conto Termico: dal GSE le nuove Regole applicative
fonte: 
Ance
area: 
Edilizia
Conto Termico: dal GSE le nuove Regole applicative Riportiamo di seguito il commento dell'Ance relativo alla pubblicazione da parte del GSE, lo scorso 4 dicembre 2013, della versione aggiornata delle Regole applicative del Conto Termico, ovvero del decreto 28 dicembre 2012 che disciplina l'incentivazione della produzione di energia termica da impianti a fonti rinnovabili e di interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni.


L'aggiornamento effettuato ha riguardato principalmente:
- il contratto tra Soggetto Responsabile dell'intervento e GSE, in conformità al contratto tipo di cui alla deliberazione dell'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas 25 luglio 2013 338/2013/R/efr;
- la documentazione contabile attestante i costi sostenuti ai fini dell'ammissione agli incentivi;
- il contratto di rendimento energetico (energy performance contract - EPC) che l'Amministrazione pubblica, che intenda avvalersi di una ESCO, deve sottoscrivere;
- il contratto di prestazione/servizio energetico (rendimento energetico o di servizio energia, anche Plus) che il soggetto privato, che intenda avvalersi di una ESCO, deve sottoscrivere;
- l'integrazione di alcuni allegati:
Allegato 3 "Fac-simile richiesta concessione degli incentivi (accesso diretto)";
Allegato 10 "Fac-simile contratto";
Allegato 11 "Modello autorizzazione del proprietario (accesso diretto)";
Allegato 12 "Sintesi della documentazione per la richiesta dell'incentivo (accesso diretto)";
Allegato 13 "Modello dichiarazione di rispondenza del contratto ai requisiti del contratto di servizio energia o di servizio energia Plus/contratto di rendimento energetico (EPC) e delle spese sostenute (accesso diretto/a preventivo)";
Allegato 14 "Modello di dichiarazione delle spese sostenute in presenza di una convenzione servizio energia con Consip o con centrale di acquisti regionale (accesso a preventivo)";
Allegato 15 "Modello di asseverazione dell'intervento".
Si ricorda che agli incentivi per gli interventi di piccole dimensioni di produzione di energia termica da fonti rinnovabili (generalmente impianti fino a 1000 kW) sono ammessi sia i soggetti pubblici che quelli privati, mentre agli incentivi per gli interventi di incremento dell'efficienza energetica sugli edifici esistenti sono ammesse solo le Amministrazioni Pubbliche.
L'incentivo è corrisposto in rate annuali costanti, per la durata definita per ogni tipologia di intervento (2 o 5 anni).
In generale, per gli interventi di produzione di energia termica da fonti rinnovabili, l'incentivo annuo è proporzionale alla produzione di energia termica stimata in un anno per lo specifico impianto.
Per gli interventi di incremento dell'efficienza energetica, l'incentivo totale, cumulato per gli anni di godimento, è riconosciuto in percentuale pari al 40% della spesa ammissibile sostenuta per l'intervento.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.ance.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: