SafetyExpo 2018
NORMATIVA TECNICA
Cantieri i progetti UNI nella Relazione annuale UNI 2014
fonte: 
Redazione InSic
area: 
Edilizia
Cantieri i progetti UNI nella Relazione annuale UNI 2014 Il documento di sintesi dei principali "Fatti della normazione" del 2014 dell'UNI riporta i principali progetti in arrivo e quelli avviati per il settore prodotti da costruzione



UNI ha pubblicato in questi giorni la Relazione Annuale 2014, il documento di sintesi dei principali "fatti della normazione" dell'anno passato. Viene anche delineato il Piano Strategico ISO 2016-2020 che indica alcune linee di intervento sulle quali l'attività normativa dovrebbe far sentire la propria voce negli anni venturi.

Diversi sono i settori della sicurezza, riportati nella relazione 2014 UNI: in particolare si parla di Acustica e vibrazioni, Apparecchi di sollevamento, Ergonomia. Fra gli altri argomenti correlati, la Sicurezza in caso di incendio, le Costruzioni e l'Ambiente (che abbiamo già affrontato)

Per quanto riguarda il settore "Cantieri" UNI ricorda il lavoro svolto dalla commissione "Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio" che ha portato all'elaborazione di norme riguardanti la posa in opera (tra le quali anche sui requisiti che qualificano la figura del posatore di sistemi a secco in lastre e del posatore di rivestimenti a pavimento e a parete con l'impiego sia di materiali resilienti e laminati, che di materiali ceramici), dalla progettazione alla manutenzione, di rivestimenti a pavimento e a parete, con l'impiego di differenti prodotti da costruzione, di coperture e di impianti per acqua destinata al consumo umano.

Inoltre, è stato pubblicata la revisione della norma ISO 13427"Geosynthetics. Abrasion damage simulation (sliding block test)".
Il gruppo di lavoro "Codificazione dei prodotti e processi costruttivi in edilizia" ha continuato a seguire lo sviluppo normativo sul BIM come organo di interfaccia dell'ISO/TC 59/SC 13 "Organization of information about construction works" e del CEN/BT/WG 215 "Building Information Modeling (BIM)", partecipando con propri esperti. A livello nazionale sta elaborando una specifica tecnica sui criteri applicativi di raccolta e archiviazione dell'informazione tecnica, modelli per la predisposizione di schede tecniche per prodotti da costruzione.

UNI ricorda che è prevista l'elaborazione di una specifica tecnica sui criteri applicativi di denominazione dei prodotti da costruzione, nonché la revisione dellaIl documento di sintesi dei principali "Fatti della normazione" del 2014 dell'UNI riporta i principali progetti in arrivo e quelli avviati per il settore prodotti da costruzione sui criteri di codificazione di opere e prodotti da costruzione, attività e risorse, identificazione, descrizione e interoperabilità.
Nell'ambito dei leganti idraulici, malte e calcestruzzo, le attività di maggior rilievo della commissione "Cemento, malte, calcestruzzi e cemento armato" hanno riguardato principalmente la revisione della norma armonizzata europea sui cementi (EN 197-1) e l'aggiornamento delle norme italiane sul calcestruzzo a seguito della pubblicazione della nuova EN 206.

UNI riporta poi che è stato avviato il programma di revisione delle norme nazionali relative al calcestruzzo, ai suoi costituenti e ai metodi di prova. Si intende semplificare il quadro normativo e facilitare l'impiego delle norme rimuovendo anche le sovrapposizioni. Inoltre, è stato completato il pacchetto di norme sulla diagnostica e prevenzione della reazione alcali-aggregato nel calcestruzzo che ha portato alla pubblicazione della UNI 11530 e alla stesura definitiva per l'inchiesta pubblica del progetto sulla prova accelerata in calcestruzzo per la determinazione della potenziale reattività agli alcali degli aggregati.

Nell'ambito delle "Costruzioni stradali e delle opere civili delle infrastrutture", le attività di maggior rilievo hanno riguardato principalmente la finalizzazione e la pubblicazione della UNI 11531-1 "Costruzione e manutenzione delle opere civili delle infrastrutture. Criteri per l'impiego dei materiali. Parte 1: Terre e miscele di aggregati non legati" (ex UNI 10006) e la messa a punto della bozza finale del progetto di revisione della UNI 11294.

Inoltre sono stati avviati i lavori per l'elaborazione della "Linea guida per la definizione dei requisiti tecnico-funzionali della segnaletica orizzontale" e per la revisione della "Linea guida per la definizione dei requisiti tecnico-funzionali della segnaletica verticale" (UNI 11480).

Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: