MODULISTICA

Attività commerciali ed edili: nuovi modelli unificati

25 agosto 2017
Redazione Banca Dati Sicuromnia

Dopo l'Accordo del 4 maggio 2017, raggiunto tra il Governo, le Regioni e gli Enti locali concernente l'adozione di moduli unificati e standardizzati per la presentazione delle segnalazioni, comunicazioni e istanze in materia di attività commerciali e assimilate, la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Conferenza Unificata siglano un altro Accordo in data 6 luglio 2017 (ma pubblicato sulla GU del 16 agosto 2017) concernente l'adozione di moduli unificati e standardizzati per la presentazione delle segnalazioni, comunicazioni e istanze

I moduli sono stati adottati ai sensi dell'art. 2, comma 1 del decreto legislativo 30 giugno 2016, n. 126 («Attuazione della delega in materia di segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), a norma dell'art. 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124»), all'allegato 1 in materia di attività commerciali e assimilate e all'allegato 2 in materia di attività edilizia.

Le attività commerciali

Per le attività commerciali, i moduli unificati e semplificati oggetto del presente accordo riguardano:
• Panifici
• Tintolavanderie
• Somministrazione di alimenti e bevande al domicilio del consumatore
• Somministrazione di alimenti e bevande in esercizi posti nelle aree di servizio e/o nelle stazioni
• Somministrazione di alimenti e bevande nelle scuole, negli ospedali, nelle comunità religiose, in stabilimenti militari o nei mezzi di trasporto pubblico
• Autorimesse
• Autoriparatori

La scheda anagrafica, già approvata nell'Accordo del 4 maggio 2017 resta comune a tutte le attività e costituisce parte integrante di ciascun modulo.
Le amministrazioni comunali, alle quali sono rivolte domande, segnalazioni e comunicazioni, hanno l'obbligo di pubblicare sul loro sito istituzionale entro e non oltre il 20 ottobre 2017 i moduli unificati e standardizzati, adottati con il presente accordo del 6 luglio e adattati, ove necessario, dalle Regioni in relazione alle specifiche normative regionali entro il 30 settembre 2017 (con le modalità previste dall'articolo 1).
L'obbligo di pubblicazione della modulistica è assolto anche attraverso il
- Rinvio (link) alla piattaforma telematica di riferimento.
- Rinvio (link) alla modulistica adottata dalla Regione, successivamente all'accordo e pubblicata sul sito istituzionale della Regione stessa.
La mancata pubblicazione dei moduli e delle informazioni indicate sopra entro il 20 ottobre 2017 costituisce illecito disciplinare punibile con la sospensione dal servizio con privazione della retribuzione da tre giorni a sei mesi (articolo 2, comma 5, decreto legislativo n. 126 del 2016).

Attività edilizie

Nell'Allegato II si specifica che il modulo unificato e semplificato riguarda il Permesso di Costruire (PdC).
Le amministrazioni comunali, alle quali sono rivolte domande, segnalazioni e comunicazioni, hanno l'obbligo di pubblicare sul loro sito istituzionale entro e non oltre il 20 ottobre 2017 i moduli unificati e standardizzati, adottati con l'accordo del 6 luglio e adattati, ove necessario, dalle Regioni in relazione alle specifiche normative regionali entro il 30 settembre 2017 (con le modalità previste dall'articolo 1).
L'obbligo di pubblicazione della modulistica è assolto anche attraverso il
- Rinvio (link) alla piattaforma telematica di riferimento;
- Rinvio (link) alla modulistica adottata dalla Regione, successivamente all'accordo e pubblicata sul sito istituzionale della Regione stessa.
La mancata pubblicazione dei moduli e delle informazioni indicate sopra entro il 20 ottobre 2017 costituisce illecito disciplinare punibile con la sospensione dal servizio con privazione della retribuzione da tre giorni a sei mesi (articolo 2, comma 5, decreto legislativo n. 126 del 2016).



Potrebbe interessarti anche

Attività commerciali ed edili: in Gazzetta l'Accordo sui modelli unificati