ASSOCIAZIONI

ANCE: abolire la Tasi è necessario per la ripresa

7 ottobre 2015
ANCE

Il presidente dell'Ance Claudio De Albertis, in un'intervista parla della tassazione sulla casa e sull'effetto positivo sulla ripresa economica. Mentre sul Ponte dello Stretto occorre valutare l'impatto socioeconomico



Dall'abolizione della Tasi sulla prima casa alle idee sul futuro dell'Expo e sul Ponte dello Stretto. Il presidente dell'Ance Claudio De Albertis, intervistato dal direttore di Askanews Paolo Mazzanti, affronta alcuni dei temi di maggiore attualità per il settore delle costruzioni in Italia.
Secondo De Albertis l'edilizia può dare un contributo decisivo alla ripresa economica del Paese, ma è necessario un cambio di rotta rispetto al passato. Un ruolo decisivo lo giocherà la revisione delle imposte sulla casa, affiancata da quella degli incentivi fiscali per la riqualificazione e l'efficienza energetica degli edifici.

Sull'utilizzo delle aree urbane disponibili, a cominciare dall'Expo, De Albertis dichiara che la ripresa non può che partire dalle città, anche per tutelare il paesaggio urbano e che su questo aspetto si deve ritrovare un'alleanza tra imprese, sviluppatori e credito.
E sull'idea di ripensare al Ponte sullo Stretto di Messina, secondo De Albertis le grandi opere vanno valutate per l'impatto che hanno sotto il profilo socioeconomico e ambientale per capirne l'utilità.

Approfondimenti
Videointervista "Il presidente Claudio De Albertis intervistato da Askanews"



Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.ance.it