APPROFONDIMENTO
Su Ambiente&Sicurezza sul Lavoro 9/2014 si parla di...
fonte: 
Rivista Ambiente&Sicurezza sul lavoro
area: 
Tutela ambientale
Su Ambiente&Sicurezza sul Lavoro 9/2014 si parla di... Il numero di settembre di Ambiente&Sicurezza sul lavoro apre la parte dedicata alla tutela ambientale con il recente tentativo di riordino delle Agenzie ambientali. Inoltre, in materia di emissioni, vengono analizzate le recenti Linee Guida sulle emissioni industriali del 6 maggio 2014 e ciò che cambia nel settore delle autorizzazioni per l'esercizio delle installazioni IED. Infine si da voce alla più recente giurisprudenza del Consiglio di Stato, con l'analisi della sentenza del 31 Marzo 2014, n. 1541 in merito alla disciplina sugli inceneritori.

Emissioni industriali: come elaborare la relazione di riferimento
di Silvia Campigotto e Andrea Rizzo (B&P Avvocati)
>Il 6 maggio 2014, la Commissione Europea ha emanato le attese "Linee Guida sulle relazioni di riferimento di cui all'articolo 22, paragrafo 2, della direttiva 2010/75/UE relativa alle emissioni industriali"
Considerato che diversi Stati Membri ancora nulla hanno disposto in materia, evidente è l'utilità di questo strumento, seppur nei limiti di soft law. L'operatore che, a partire dal 7 gennaio 2013 (termine ultimo per la trasposizione della IED), intenda ottenere una nuova autorizzazione per l'esercizio delle installazioni IED, o il primo aggiornamento di un'autorizzazione già rilasciata, è ora obbligato ad elaborare e trasmettere alle autorità competenti una relazione di riferimento che illustri lo stato di contaminazione del suolo e delle acque sotterranee del sito da parte di determinate sostanze pericolose, che la direttiva etichetta come "pertinenti"

Agenzie ambientali, una riforma all'insegna dell'incompletezza?
di Andrea Quaranta (Environmental risk and crisis manager)

L'Assemblea della Camera dei Deputati ha recentemente approvato, in prima lettura, il testo unificato delle proposte di legge di iniziativa parlamentare volto a istituire il «Sistema nazionale a rete per la protezione dell'ambiente» che dovrà rafforzare e rendere trasparenti i controlli nel nostro Paese.
In attesa di vedere la nascita dell'ipotizzato nuovo "Sistema", Ambiente & Sicurezza sul lavoro propone ai suoi lettori un'analisi dell'asse portante della nuova disciplina. E di alcune criticità.

Impianto a biomasse: se sperimentale, si semplifica la procedura
di Stefano Sassone (Esperto di economia dell'ambiente)

Prendendo spunto dalla recente sentenza del 31 Marzo 2014, n. 1541 del Consiglio di Stato facciamo il punto sulle novità in merito alla disciplina sugli inceneritori.
Nella sentenza, il Consiglio di Stato considera alimentato a fonti di energia rinnovabili un impianto sperimentale a biomassa, purché quest'ultima sia costituita da rifiuti in grado di produrre non solo energia elettrica, ma anche biocarburante da gassificazione al plasma.

Rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro
Abbonamento 2015

Per maggiori info clicca qui

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.insic.it 
oppure scrivi a amsl@epcperiodici.it  
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: