STUDI E RICERCHE
Qualità dell'Ambiente Urbano: online il report ISPRA
fonte: 
Redazione InSic.it
area: 
Tutela ambientale
Qualità dell'Ambiente Urbano: online il report ISPRA ISPRA ha diffuso sul proprio sito istituzionale il "Rapporto sulla qualità dell'ambiente urbano" (RAU), giunto ormai XII edizione e realizzato dal Sistema Nazionale per la Protezione dell'Ambiente - SNPA. Rivolto ad addetti ai lavori e utenti, raccoglie le analisi e alle valutazioni degli esperti dell'SNPA sui numerosi dati presentati.

L'edizione 2016 del Rapporto sulla qualità dell'ambiente urbano aggiorna per tutti i 116 capoluoghi di provincia italiani un insieme di indicatori fondamentali per l'analisi della qualità ambientale delle città e per la valutazione della qualità della vita nelle aree urbane italiane per offrire uno strumento di supporto alle decisioni politiche locali orientate alla sostenibilità ambientale urbana e a un'adeguata pianificazione ambientale locale.

Il Rapporto è il primo a essere presentato dopo l'approvazione della legge 28 giugno 2016, n. 132, che entrerà in vigore il 14 gennaio 2017 con la quale viene istituito il Sistema nazionale a rete per la protezione dell'ambiente (SNPA), costituito da ISPRA/ARPA/APPA e che disciplina l'ISPRA.
Si avvale delle collaborazioni con l'ANCI (intesa sulle attività relative alle aree urbane già nel 2009) e ISTAT attraverso Gruppi di lavoro interistituzionali come quello sul consumo di suolo e sul verde pubblico, ma anche con l'ACI, con il Corpo Forestale dello Stato, con il Ministero dell'Ambiente, con il Ministero della Salute e inoltre con le Regioni che hanno permesso un approfondimento dei temi più critici e l'implementazione di una pianificazione condivisa nel breve medio periodo.
Il report si concentra in particolare sul consumo del suolo, collegato a dissesto idrologico e geologico, tema al centro della Legge sul Consumo del suolo che si pone l'obiettivo di arrivare al 2050 con un consumo pari a zero. Ma anche il rischio di erosione e perdita di aree verdi e di biodiversità ma anche alterazione dei cicli bio-geochimici e della relazione suolo-atmosfera, qualità dell'aria e delle acque, livelli di rumore e di inquinamento elettromagnetico, presenza dei sistemi produttivi e mobilità.
Nel Rapporto viene dato da sempre ampio spazio all'analisi delle azioni e degli strumenti per la sostenibilità locale intrapresi dalle amministrazioni pubbliche che rappresentano risposte concrete alle esigenze di risanamento ambientale.

Infine, il focus di quest'anno su "Inquinamento atmosferico nelle aree urbane ed effetti sulla salute" mette in evidenza le criticità relative alla valutazione dell'esposizione della popolazione all'inquinamento dell'aria e i risultati a cui è giunta la comunità scientifica internazionale con il supporto fondamentale del SNPA.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.isprambiente.gov.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: