DESTINAZIONE ITALIA
Conversione DL Destinazione Italia: via libera agli interventi di bonifica
fonte: 
Redazione InSic
area: 
Tutela ambientale
Conversione DL Destinazione Italia: via libera agli interventi di bonifica AGG: Il DL Destinazione Italia è stato convertito con Legge 21 febbraio 2014, n. 9,(pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.43 del 21-2-2014).
Il provvedimento è in vigore dal 22 febbraio.
Per l'ambiente sono confermate le misure per la bonifica dei siti di interesse nazionale, nonché particolari misure per l'area di crisi complessa di Trieste (articolo 4).

Bonifica dei SIN

Con riferimento alla bonifica dei siti di interesse nazionale (SIN) viene prevista la stipula di accordi di programma, anche con i soggetti responsabili della contaminazione, finalizzati in particolare all'individuazione degli interventi di messa in sicurezza e di bonifica, nonché di riconversione industriale e di sviluppo economico che devono essere attuati. L'attuazione degli impegni di messa in sicurezza e bonifica e di riparazione, individuati dall'accordo di programma, esclude per i soggetti attuatori ogni altro obbligo di bonifica e riparazione ambientale e fa venir meno l'onere reale per tutti i fatti antecedenti all'accordo medesimo. Sull'argomento delle bonifiche, lo ricordiamo è intervenuto anche il Ministero dell'Ambiente che con una nota ha chiarito le misure di semplificazione del DL Destinazione Italia.

Benefici contributivi

Alle imprese sottoscrittrici degli accordi di programma che acquisiscono beni strumentali nuovi è attribuito un credito d'imposta nei limiti delle risorse stanziate (70 milioni di euro nel biennio 2014-2015).
Nel corso dell'esame parlamentare tali disposizioni sono state integrate al fine di assicurare che la revoca dell'onere reale, qualora l'intervento di bonifica sia attuato dai soggetti responsabili della contaminazione, sia subordinata al rilascio della certificazione dell'avvenuta bonifica e messa in sicurezza del sito. Inoltre è stato chiarito che tali soggetti non potranno beneficiare di contributi alle attività di messa in sicurezza, bonifica e riparazione del danno ambientale, ma solamente di contributi all'acquisto di beni strumentali alla riconversione industriale ed allo sviluppo economico dell'area.
Durante l'esame in sede referente è stata inoltre approvata una norma che contempla la nomina di commissari straordinari per accelerare l'attuazione di interventi di bonifica nei siti contaminati di interesse nazionale di Crotone e Brescia-Caffaro (articolo 4-ter).

Riferimenti normativi:
LEGGE 21 febbraio 2014, n. 9
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 23 dicembre 2013, n. 145, recante interventi urgenti di avvio del piano «Destinazione Italia», per il contenimento delle tariffe elettriche e del gas, per la riduzione dei premi RC-auto, per l'internazionalizzazione, lo sviluppo e la digitalizzazione delle imprese, nonche' misure per la realizzazione di opere pubbliche ed EXPO 2015. note: Entrata in vigore del provvedimento: 22/02/2014
(GU Serie Generale n.43 del 21-2-2014)


DECRETO-LEGGE 23 dicembre 2013, n. 145
Interventi urgenti di avvio del piano "Destinazione Italia", per il contenimento delle tariffe elettriche e del gas, per la riduzione dei premi RC-auto, per l'internazionalizzazione, lo sviluppo e la digitalizzazione delle imprese, nonché misure per la realizzazione di opere pubbliche ed EXPO 2015. GU n.300 del 23-12-2013 )

note: entrata in vigore del provvedimento: 24/12/2013

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.camera.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: