RICERCHE
Contaminanti del suolo ed effetti sulla salute umana: uno studio europeo
fonte: 
Redazione Insic
area: 
Tutela ambientale
Contaminanti del suolo ed effetti sulla salute umana: uno studio europeo La Commissione europea ha pubblicato in settembre il report "Soilcontamination: impacts on human health", con il quale fa il punto sull'effetto dei contaminanti del suolo, sulla salute umana.



L'Europa si rivolge direttamente in particolare alle istituzioni, per colmare il gap di conoscenza circa gli impatti sulla salute umana derivanti dall'esposizione a lungo termine, e a basso livello, ai contaminanti del suolo - propria del contesto europeo - fornendo ai decisori le informazioni scientifiche esistenti sul tema.
Il report "Soilcontamination: impacts on human health", si concentra principalmente sui contaminanti del suolo derivanti da attività umana (processi industriali, attività minerarie, rifiuti domestici e aziendali, prodotti farmaceutici) e fornisce una panoramica dello stato attuale della ricerca in questo campo. Non prende in esame la contaminazione microbiologica del suolo.
Lo studio fornisce individua i contaminanti da trattare, fra i quali arsenico, cadmio, piombo e mercurio, ma anche amianto e composti organici, e fornisce dettagli sui contaminanti, riportando casi studio "storici" di contaminazioni avvenute nel passato.
Secondo gli studi, che ARPAT riporta in un lungo commento al Report, gli effetti sulla salute da contaminanti del suolo conducono a dei costi elevati per la ma gli studi per quantificare l'effettiva spesa sono ancora agli inizi, benché si parli di problemi per la salute quali il cancro (arsenico, amianto, diossine), danni neurologici e basso IQ (piombo, arsenico), danni ai reni (piombo, mercurio e cadmio) e malattie alle ossa (piombo, cadmio, fluoruro).
Inoltre, a livello europeo, non esisterebbe una legislazione specifica per la tutela del suolo, come per le acque e l'aria: la Commissione europea ha adottato la SoilThematicStrategy (CommissionCommunication COM (2006) 231) e ha proposto una Direttiva quadro sul suolo nel 2006, ma per una decisa regolamentazione, occorrerebbero team interdisciplinari di esperti, chimici, geologi, antropologi, biologi, chimici, agronomi, sociologi, medici ed esperti di salute pubblica ed un approccio "site - by - site" che tenga conto delle caratteristiche ambientali locali dei suoli e delle attività umane.

Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: