Mese del software Progetto Sicurezza Lavoro
DALLE REGIONI
AIA: l'Emilia-Romagna stabilisce i termini per la relazione
fonte: 
Redazione InSic
area: 
Tutela ambientale
AIA: l'Emilia-Romagna stabilisce i termini per la relazione Con la Delibera n. 245 del 16 marzo 2015, la Regione indica le tempistiche da seguire per la verifica di sussistenza dell'obbligo di presentazione della relazione di riferimento e, per i casi previsti, anche i termini per la presentazione della relazione di riferimento.



La delibera n. 245 del 16 marzo 2015: "Autorizzazione integrata ambientale (AIA) - Disposizioni in merito alle tempistiche per l'adempimento degli obblighi connessi alla relazione di riferimento" ha stabilito che i gestori delle installazioni già in possesso di AIA devono effettuare la presentazione della relazione di riferimento mediante il portale IPPC-AIA, corredato anche del report annuale entro il 30 aprile 2015.

Per quanto riguarda le installazioni sprovviste di AIA i gestori devono presentare la domanda di AIA sempre mediante il portale IPPC-AIA sia se tale verifica non necessiti della presentazione di una relazione di riferimento sia nel caso in cui tale relazione debba essere presentata obbligatoriamente.

In quest'ultima ipotesi quindi la relazione di riferimento, deve essere presentata mediante il portale IPPC-AIA e riguarda le seguenti tipologie di impianti:
- impianti nuovi la cui relazione va presentata contestualmente con la domanda di AIA se tale presentazione avviene per la prima volta;
- per impianti già in possesso di AIA e che hanno fatto gli aggiornamenti ai sensi del Dlgs. 46/2014, deve essere effettuata entro 12 mesi dalla comunicazione dei risultati della verifica che ne ha deciso la necessità;
- per gli impianti già in possesso di AIA, la cui presentazione deve avvenire insieme alla prima domanda di modifica o alla documentazione di riesame che implica un aggiornamento dell'autorizzazione in oggetto.

Infine la delibera 245/2015 stabilisce che le relazioni di riferimento che sono state già presentate, ma che sono ancora in corso di validazione, devono conformarsi ai contenuti effettuati dal decreto del Ministro dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare n. 272 del 13 novembre 2014.

Selezionate per te da InSic
regioni   |  aia
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: