STRUMENTI WEB
Sostanze chimiche: verso Reach 2018, i video informativi di ECHA
fonte: 
Redazione InSic.it
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
Sostanze chimiche: verso Reach 2018, i video informativi di ECHA ECHA ha diffuso sul proprio canale Youtube dei simpatici e utili video informativi sugli obblighi previsti dal regolamento REACH per l'immissione sul mercato di sostanze che sono soggette a registrazione entro il 31 maggio 2018. Attraverso il personaggio di John, un piccolo imprenditore produttore e importatore di sostanze chimiche in Europa protagonista dei video, è possibile rinfrescare le proprie conoscenze su questi obblighi.

In ogni video, che riproporremo su InSic nella sezione Video, seguiremo i vari step di registrazione seguiti da John!

REACH 2018 - Primo Step: Conosci il tuo portafoglio!

Il primo raccomanda di "conoscere il proprio portafoglio" attraverso la identificazione delle sostanze, fondamentale per poter effettuare la registrazione in modo corretto e conforme. ECHA consiglia di assicurarsi di avere informazioni corrette e ancora valide, relative all'identificazione della sostanza fornita in fase di preregistrazione.

Occorre poi seguire le prescrizioni REACH in materia di informazione in funzione del tonnellaggio e degli usi delle sostanze in questione.
Tutte le informazioni richieste vanno poi inserite in un fascicolo di registrazione utilizzando l'applicazione software IUCLID (si veda la fase 5 relativa alla preparazione di un fascicolo di registrazione in IUCLID).


REACH 2018 - Secondo Step: trova i co-dichiaranti!

Nel Secondo contributo video diffuso da EU-OSHA, il nostro John deve trovare i co-dichiaranti!
Tutti i co-dichiaranti della stessa sostanza fanno parte di un gruppo di lavoro detto forum per lo scambio di informazioni sulle sostanze (SIEF). Sono tutti tenuti a collaborare condividendo dati scientifici sulla sostanza in questione e a registrarla congiuntamente.
Occorre dunque individuare chi intende registrare o ha già registrato la sostanza. Molte sostanze sono già state registrate: il sito web dell'ECHA ne contiene un elenco.

Se la sostanza è già stata registrata occorre individuare il dichiarante capofila o controllare in REACH-IT le pagine relative alla trasmissione congiunta. Il dichiarante capofila vi metterà in contatto con il SIEF.

Se la sostanza non è ancora stata registrata occorre trovare i contatti dei potenziali co-dichiaranti nelle pagine relative ai pre-SIEF di REACH-IT e controllare i vostri recapiti.

Uguaglianza delle sostanze
Dopo essere entrati in contatto con il SIEF, controllate che la vostra sostanza sia uguale a quella della registrazione esistente. Se la sostanza non è ancora stata registrata, prima di formare un SIEF verificate con tutti i co-dichiaranti che la sostanza che intendete registrare sia la stessa.

REACH 2018 - Terzo Step: organizzare le attività con i co-dichiaranti!

Se non esiste ancora una registrazione per la sostanza in questione bisogna prendere accordi con i co-dichiaranti su come operare e collaborare nell'ambito del SIEF, valutando l'assunzione di un consulente o la ripartizione del carico di lavoro tra i membri del SIEF.

Inoltre, ogni SIEF deve scegliere un dichiarante capofila che trasmetterà il fascicolo capofila per permettere ai co-dichiaranti di trasmettere i propri fascicoli in qualità di membri.

Alcune associazioni del settore hanno predisposto dei modelli di accordo SIEF. Nella pagina relativa alle parti interessate accreditate del sito dell'ECHA sono disponibili i collegamenti alle rispettive pagine web.

Se il dichiarante capofila si è registrato per le scadenze del 2010 o del 2013, è probabile che il lavoro preparatorio sia già stato svolto. È necessario mettersi in contatto con il dichiarante capofila e chiedere di diventare un membro della trasmissione congiunta dopo aver accettato la condivisione dei dati e dei costi.
Per maggiori info, consultare la pagina del sito ECHA.

REACH 2018 - Quarto Step: valuta rischi e pericoli!

Una parte importante delle attività da svolgere in seno al SIEF con i co-dichiaranti consiste nella compilazione delle informazioni relative a usi, rischi e pericoli al fine di dimostrare l'uso sicuro della sostanza in questione.

Dovrete considerare le seguenti prescrizioni di natura normativa, scientifica e tecnica:

raccogliere informazioni sugli usi e le condizioni d'uso vigenti dalla catena di approvvigionamento. Contattate l'associazione industriale pertinente per apprendere le migliori prassi del settore;
raccogliere i dati sui pericoli come stabilito dalle prescrizioni in materia di informazione ai sensi di REACH in funzione del tonnellaggio e degli usi della sostanza;
valutare la copertura e la qualità delle informazioni sui pericoli della sostanza disponibili nel SIEF;
definire la strategia per colmare eventuali lacune di dati (per esempio effettuando nuovi studi, colmando le informazioni mancanti attraverso read across scientificamente validi, rinunciando ai dati ecc.);
concordare la classificazione e l'etichettatura all'interno del SIEF (in base ai dati sui pericoli);
registrare tutti i dati sui pericoli e le classificazioni dei pericoli nel fascicolo di registrazione;
se fabbricate o importate più di 10 tonnellate all'anno, occorre preparare la valutazione della sicurezza chimica (CSA) e registrarla in una relazione sulla sicurezza chimica (CSR). Inoltre, nel corso delle discussioni del SIEF, i co-dichiaranti decidono se il dichiarante capofila presenterà la relazione sulla sicurezza chimica congiuntamente a nome dei co-dichiaranti o se i singoli dichiaranti presenteranno separatamente le loro CSR.

REACH 2018 - Quinto Step: preparati alla registrazione!


In seguito alle discussioni e allo scambio di dati all'interno del SIEF, il dichiarante capofila e ciascun dichiarante membro dovrebbero avere disponibili tutte le informazioni pertinenti per preparare i fascicoli di registrazione utilizzando il formato IUCLID. Vi sono tre opzioni possibili: IUCLID Cloud per PMI, IUCLID 6 e REACH-IT.

Se siete una PMI o un consulente che lavora per una PMI, IUCLID Cloud per le PMI vi permette di evitare l'installazione, vi fornisce accesso agevolato, backup dei dati automatico e regolare nonché aggiornamenti da parte dell'ECHA.

In quanto consulente, grazie alla versione cloud potete collaborare in modo trasparente con le PMI clienti e condividere le informazioni in IUCLID in maniera rapida e sicura.
Per maggio info consultare la pagina ECHA

REACH 2018 - Sesto Step: Presenta il fascicolo di registrazione!


Ora il fascicolo di registrazione dovrebbe essere pronto per la presentazione attraverso REACH-IT. Se si effettua la presentazione prima di aprile 2018, è possibile beneficiare di una riduzione dei tempi di elaborazione e ricevere la relativa decisione dell'ECHA entro tre settimane dalla presentazione del fascicolo. In caso contrario, probabilmente si riceverà la decisione alla fine di agosto 2018.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito echa.europa.eu 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: