INDENNIZZI E RENDITE
Legge di Stabilità 2014: le precisazioni INAIL su indennizzi e rendite
fonte: 
Redazione InSic
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
Legge di Stabilità 2014: le precisazioni INAIL su indennizzi e rendite L'INAIL con la circolare 4/2014 chiarisce sugli indennizzi per danno biologico, retribuzioni per superstiti e vittime di gravi infortuni sul lavoro, alla luce delle novità introdotte dalla Legge di Stabilità 147/2013 (art. 129 e 130)



L'INAIL ha pubblicato la circolare n. 4 del 20 gennaio 2014 con la quale l'Istituto ha fornito chiarimenti su alcuni punti, in materia di contribuzione/retribuzione della L. 147/2013 (Legge di Stabilità 2014)
In particolare, con l'adozione di questa circolare, l'Inail ha dato delle precisazioni in merito a:
- Indennità dovute dall'INAIL a titolo di recupero del valore dell'indennizzo del danno biologico, specificando che, secondo quanto stabilito dal comma 129 dell'articolo 1 della L. 147/2013, è previsto, in attesa di un meccanismo di rivalutazione automatica degli importi indicati nella tabella indennizzo del danno biologico (di cui all'articolo 13, comma 2, lettera a) del d.lgs. 23 febbraio 2000 n. 38), un ulteriore aumento in via straordinaria degli importi delle indennità, di non oltre il 50% della variazione dei prezzi al consumo per le famiglie di impiegati ed operai accertati dall'Istat intervenuta negli anni dal 2000 al 2013 e comunque per un importo massimo di spesa annua di 50 milioni di euro a decorrere dall'anno 2014.
- Parametrazione al massimale previsto per legge della retribuzione presa a base per il calcolo delle rendita a superstiti. Il comma 130 infatti prevede, che dopo le necessarie implementazioni procedurali, attualmente in corso, gli importi e gli eventuali conguagli, a seguito della costituzione di rendite a favore di superstiti di lavoratori deceduti a decorrere dal 1° gennaio 2014, saranno erogati con il primo rateo utile, dandone tempestiva informativa.
- Infine, l'Istituto ha precisato che per i beneficiari del fondo di sostegno delle famiglie delle vittime di gravi infortuni sul lavoro, rimangono confermate le disposizioni contenute nel D.M. 19 novembre 2008. Quindi, in assenza di innovazioni rispetto a quanto previsto dalla normativa vigente, ai fini dell'erogazione della prestazione una tantum, si procederà al pagamento del beneficio a seguito dell'emanazione del decreto di determinazione degli importi e del trasferimento delle relative risorse finanziarie.

Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: