SOLUZIONI PER LA SICUREZZA
Le nuove Buone prassi validate dalla Commissione consultiva
fonte: 
Redazione Insic
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
Le nuove Buone prassi validate dalla Commissione consultiva Il Ministero del Lavoro rende nota la pubblicazione di nuove buone prassi validate dalla Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro, durante la seduta del 29 maggio 2013.


Le procedure attuate

La Commissione consultiva permanente ha validato:
• Sicuramen...E TRA noi: formazione, non obbligatoria, in materia di sicurezza per tutti i dipendenti del settore ambiente, al fine di migliorare il SSL ;
• Premio "Idea Sicura" ;
• Creazione di supporti audio-video informativi/formativi con la partecipazione dei lavoratori;
• Sicurezza nel prendersi cura....in ottica di genere;
• Informativa ai lavoratori in fase di assunzione.

Le soluzioni proposte

"Sicuramen... E TRA noi" elaborato da ETRA Spa (Energia Territorio Risorse Ambientali), riguarda la formazione, non obbligatoria, in materia di sicurezza per tutti i dipendenti del settore ambiente, impegnati nelle attività di spazzamento, di raccolta rifiuti, tutela e decoro del territorio al fine di migliorare il sistema di salute e sicurezza sul lavoro.
Sofidel S.p.a. vincitore del Premio "Idea Sicura" propone un metodo della per coinvolgere i lavoratori e gli RLS nella sicurezza in azienda,contribuendo alla riduzione infortuni.
L'Istituto di Fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche di Pisa propone supporti audio-video informativi/formativi con la partecipazione dei lavoratori, e presenta il progetto "IFC: Best Practices di sicurezza" per fornire le principali regole comportamentali, sicurezza, mediante l'utilizzo di immagini e video.
La Fondazione Policlinico Tor Vergata - Roma ci offre invece una soluzione pensata per gli operatori del settore sanità: il progetto "Sicurezza nel prendersi cura....in ottica di genere" con riferimento alla tutela della lavoratrice madre.
L'ultima buona prassi "Informativa ai lavoratori in fase di assunzione", è stata elaborata da ENEA (Centro Ricerche Casaccia) e riguarda i lavoratori giovani, con contratti cosiddetti "atipici" (borsisti, tesisti, etc), spesso anche stranieri, legati ad interscambi culturali.

Le singole prassi saranno oggetto di approfondimento specifico prossimamente

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.lavoro.gov.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: