DESTINAZIONE ITALIA
In Gazzetta la Legge di conversione del DL Destinazione Italia
fonte: 
Redazione Insic
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
In Gazzetta la Legge di conversione del DL Destinazione Italia AGG: Il DL Destinazione Italia è stato convertito con Legge 21 febbraio 2014, n. 9, (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.43 del 21-2-2014).
Il provvedimento è in vigore dal 22 febbraio: in allegato riportiamo la modifica subita dall'articolo 14 in materia di sanzioni, a seguito della conversione in legge del DL Destinazione Italia.


Con la conversione in legge del disegno di legge (A.C. 1920) di conversione del D.L. 145/2013 (c.d. "Destinazione Italia"), sono state approvate non solo norme in materia di bonifiche ambientali e nel settore energetico ma anche norme volte al contrasto del lavoro sommerso e irregolare, come già in parte anticipato in materia di lavoro nero.

L'articolo di riferimento del DL Destinazione Italia è l'art.14 del DL 145/2013 ora convertito in legge e pubblicato in Gazzetta Ufficiale: si prevede l'incremento delle sanzioni amministrative previste nei casi di violazione della normativa in materia di lavoro sommerso e irregolare e di salute e sicurezza sul lavoro.

A seguito delle modifiche apportate in sede di conversione, l'articolo 14 ora prevede che
- Lett a) il Ministero del lavoro e delle politiche sociali è autorizzato ad integrare la dotazione organica del personale ispettivo nella misura di duecentocinquanta unità, di cui duecento nel profilo di ispettore del lavoro di area III e cinquanta nel profilo di ispettore tecnico di area III, e a procedere progressivamente alle conseguenti assunzioni.

- Lett b): aumento del 30% dell'importo delle sanzioni amministrative di cui all'articolo 3 del DL 73/2002 ("Disposizioni urgenti per il completamento delle operazioni di emersione di attività detenute all'estero e di lavoro irregolare", convertito con L.23 aprile 2002, n. 73), nonché delle somme aggiuntive di cui all'articolo 14, comma 4 lettera c) (nelle ipotesi di sospensione per lavoroirregolare e di sospensione per gravi e reiterate violazioni in materia di tutela della salute e dellasicurezza sul lavoro ), e comma 5 lettera b)(pagamento di somma aggiuntiva unica pari a 2.500 euro) del D.lgs. 81/2008.
Per la violazione di cui all'art. 3 del DL 73/2002 (emersione di lavoro irregolare) non si applica la procedura di diffida di cui all'articolo 13 del D.Lgs. n. 124/2004, mentre restano soggette alla procedura di diffida le violazioni commesse prima della data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto (Destinazione Italia).

- Lett c). raddoppiati gli importi delle sanzioni amministrative di cui ai commi 3 e 4 dell'articolo 18-bis del D.Lgs. n. 66/2003 (in materia di orari di lavoro), con esclusione delle sanzioni previste per la violazione dell'articolo 10, comma 1, del medesimo decreto legislativo (in materia di ferie annuali); gli aumenti sanzionatori riguardano anche le violazioni commesse a decorrere dalla data di entrata in vigore del decreto (Destinazione Italia);

- Lett d) i maggiori introiti derivanti dall'incremento delle sanzioni verranno versati in un apposito capitolo dell'entrata del bilancio per essere riassegnati al Fondo sociale per occupazione e formazione ed ad un apposito capitolo dello stato di previsione del Ministero del lavoro, nel limite massimo di 10 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2014, destinato a misure volte ad una più efficiente utilizzazione del personale ispettivo, anche attraverso interventi di carattere organizzativo, della vigilanza in materia di lavoro e legislazione sociale, nonché alla realizzazione di iniziative di contrasto del lavoro sommerso e irregolare.

Riferimenti normativi:
LEGGE 21 febbraio 2014, n. 9
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 23 dicembre 2013, n. 145, recante interventi urgenti di avvio del piano «Destinazione Italia», per il contenimento delle tariffe elettriche e del gas, per la riduzione dei premi RC-auto, per l'internazionalizzazione, lo sviluppo e la digitalizzazione delle imprese, nonche' misure per la realizzazione di opere pubbliche ed EXPO 2015. note: Entrata in vigore del provvedimento: 22/02/2014
(GU Serie Generale n.43 del 21-2-2014)


DECRETO-LEGGE 23 dicembre 2013, n. 145
Interventi urgenti di avvio del piano "Destinazione Italia", per il contenimento delle tariffe elettriche e del gas, per la riduzione dei premi RC-auto, per l'internazionalizzazione, lo sviluppo e la digitalizzazione delle imprese, nonché misure per la realizzazione di opere pubbliche ed EXPO 2015. GU n.300 del 23-12-2013 )

note: entrata in vigore del provvedimento: 24/12/2013

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.camera.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: