APPROFONDIMENTO
Sulla rivista Antincendio n.9/2015 si parla di...
fonte: 
Rivista Antincendio
area: 
Prevenzione incendi
Sulla rivista Antincendio n.9/2015 si parla di... Il numero di Settembre della rivista Antincendio da spazio al Codice di prevenzione Incendi analizzando un esempio di scenario di incendio. Non solo, anche un approfondimentosul controllo fumo e calore e sul piano di emergenza nelle Procuratiae vecchie di Venezia.
Un altro caso più specifico riguarda poi la sicurezza antincendio nelle attività di demolizione dei veicoli e nelle industrie siderurgiche.

RUBRICHE
Fra le rubriche spazio alle Associazioni di Settore ( MAIA e UMAN). Infine, la consueta vetrina dei prodotti delle Aziende dell'antincendio (che verranno proposte su queste pagine prossimamente).

INFORMAZIONI
Il Sommario completo del numero di settembre di Antincendio è disponibile in allegato alla notizia.
Di seguito, un abstract degli articoli di settembre 2015.

Per abbonarsi alla rivista, compilare il seguente modulo, da inviare via fax (F: 06/33111043)

ARTICOLI
Nuovo centro direzionale ENI: un progetto dagli USA realizzato con le norme nazionali
Giuseppe Amaro, Claudio Giacalone
L'articolo espone il processo che è stato sviluppato nell'ambito del progetto per la realizzazione del complesso direzionale dell'ENI e della SNAM, inserito nel Piano Integrato di Intervento De Gasperi EST nel comune di San Donato Milanese. Processo questo che ha visto coinvolto nel suo sviluppo e nella condivisione della complessiva strategia antincendio da una parte il committente ed il team di progettazione e dall'altra il team di progettazione ma anche ed in maniera propositiva e con un'apertura che si potrà ritrovare nel nuovo Codice di prevenzione incendi, gli uffici e quindi i funzionari del Comando Provinciale dei VV.F. di Milano e della Direzione Regionale dei VV.F. della Lombardia. Circostanza questa che si è manifestata nel momento in cui si è passati dalla fase del progetto di concorso al progetto da sottoporre ai pareri necessari per ottenere il permesso di costruire fra i quali si annovera, nelle varie declinazioni, quello previsto dall'art.3 del D.P.R 151/2011.


Gli scenari di incendio nella FSE: un esempio secondo il nuovo Codice di Prevenzione Incendi
Michele Mazzaro, Calogero Turturici
L'individuazione degli scenari di incendio è una delle fasi della progettazione con i metodi dell'ingegneria della sicurezza antincendio che richiedono un'applicazione bilanciata di giudizio esperto, principi ingegneristici e regole tecniche. Nell'articolo si fornisce una possibile applicazione delle previsioni contenute nel nuovo Codice.


Venezia, Procuratie Vecchie: progettare il piano di emergenza con la FSE
Gianluca Vigne
L'obiettivo principale delle modellazioni che hanno avuto come soggetto il palazzo delle Procuratie Vecchie a Venezia è stato quello di affrontare le problematiche relative alla sicurezza antincendio in un edificio storico di particolare pregio artistico culturale, ma proprio per questo particolarmente vulnerabile e bisognoso di tempi di intervento estremamente ridotti. Ne sono un esempio gli eventi recentemente accaduti al Padiglione dei Mendicanti dell'Ospedale Civile di Venezia, dove l'intervento delle squadre dei VV.F., esemplare per tempistica e svolgimento, non ha potuto ugualmente impedire il crollo parziale della copertura a causa soprattutto della velocità di propagazione dell'incendio. Nel seguito dell'articolo vi è la descrizione di come sia possibile adottare i metodi riguardanti l'approccio ingegneristico, per farne uno strumento di supporto alla formazione delle squadre di emergenza interne e all'azione delle squadre di soccorso dei VV.F., che in caso di emergenza dovranno operare in un edificio dall'assetto particolarmente complesso dal punto di vista plano-altimetrico, con numero di accessi limitati e fortemente influenzato da fattori esterni che nello specifico riguardano la prospicente Piazza San Marco: manifestazioni ed eventi a grande affollamento, alta marea e nebbia.


Il ruolo fondamentale del controllo di fumi e calore in caso d'incendio
Marco Di Felice, Giuseppe Giuffrida
Quali sono gli effetti di un incendio che possono provocare dei danni alle persone presenti, occupanti e soccorritori, ai beni e agli edifici? È ormai cosa assodata che la maggior parte delle vittime in caso d'incendio soccombono a causa del fumo mentre il forte calore che si sviluppa durante l'incendio causa delle elevate sollecitazioni delle strutture che possono provocare crolli parziali o totali con forti rischi per i soccorritori e danni irreversibili agli edifici. La strategia di prevenzione incendi è quindi basata su obiettivi che riguardano la realizzazione di costruzioni resistenti al fuoco e di sistemi di protezioni attiva che hanno lo scopo di controllare l'incendio coadiuvando l'intervento dei soccorsi che devono completare l'opera di spegnimento. Questa breve descrizione illustra una rappresentazione semplificata delle procedure necessarie per realizzare attività sicure rispetto al rischio incendio.


La sicurezza antincendio nelle attività di demolizione dei veicoli
Marcella Battaglia
Le attività di demolizione dei veicoli, già disciplinate da norme ambientali, sono regolamentate anche da una recente regola tecnica di prevenzione incendi, nata da ragionevoli motivazioni: la presenza di sostanze infiammabili e combustibili, il rischio di incendio nelle operazioni di bonifica e nei luoghi di lavoro, l'influenza delle modalità di stoccaggio dei vari materiali sulle condizioni di innesco e di propagazione, l'incremento notevole nel tempo della quantità degli autoveicoli demoliti, la frequenza degli incendi accaduti.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.insic.it 
oppure scrivi a antincendio@epcperiodici.it  
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS